Decreto anti rave: da 3 a 6 anni di carcere e multe da 1000 a 10000 euro

0
906
Decreto anti rave

Decreto anti rave: il ministro degli Interni Piantedosi ha annunciato il decreto contro i Rave party. Il decreto è stato annunciato al termine del Consiglio dei ministri. Il nuovo decreto prevede pene da 3 a 6 anni di reclusione e multe da mille a diecimila euro. Dura la risposta delle opposizioni.

Ti consigliamo come approfondimento-Rave party a Modena, sgomberato l’intero capannone. Salvini: “È finita la pacchia”

Decreto anti rave: annuncio del ministro Piantedosi

rave party modena
Fonte: twitter

Al termine del Consiglio dei ministri il titolare del Viminale Matteo Piantedosi ha annunciato il nuovo decreto anti rave party. Il nuovo decreto prevede la pena di reclusione da 3 a 6 anni e multe da 1000 a 10000 euro per i partecipanti e gli organizzatori. Per gli ultimi le pene sono maggiori. Il ministro Piantedosi assicura: “Questa misura era già in previsione, ma è stata resa urgente anche dai fatti di queste ultime ore.” Ci si riferisce al rave party non autorizzato nel Modenese. In esso 3.500 giovani hanno occupato abusivamente uno stabile. Sul nuovo decreto è intervenuta anche la presidente del consiglio Giorgia Meloni. La Meloni ha dichiarato: “Vogliamo dare il messaggio di non essere diversi dalle altre nazioni in Europa. L’impressione che abbiamo dato è di lassismo nel rispetto delle regole e della legalità. Non voglio dare impressione che l’Italia sia una nazione dove si può delinquere.”

Ti consigliamo come approfondimento-Donna incinta picchiata dal marito: “Mi picchiava da 10 anni. Ora basta!”

Decreto anti rave: duro attacco di PD e Più Europa

Dura la reazione delle opposizioni al nuovo decreto del Governo anti-rave. Il segretario del Partito Democratico Enrico Letta ha dichiarato: “Il Governo ritiri il primo comma dell’art434bis di riforma del Codice penale. È un gravissimo errore. I rave non c’entrano nulla con una norma simile. È la libertà dei cittadini che così viene messa in discussione.” Sicuramente più duro è stato il deputato e presidente di più Europa Riccardo Magi. Questi ha detto: “La lettura del testo rivela una norma molto diversa dal provvedimento specifico evocato dalla presidente Meloni. Si tratta di una norma talmente generica e a maglie così larghe che potrà trovare applicazione nei casi più disparati e con grande discrezionalità. Una legge dal sapore putiniano.”

Ti consigliamo come approfondimento-Torino, record medico: asportato tumore di 70kg, più pesante della paziente

Decreto anti rave: duro attacco di Alleanza Verdi e Sinistra

Dal profilo Twitter di Europa Verde-Sinistra Italiana

Sulla vicenda è intervenuto anche l’onorevole Angelo Bonelli di Alleanza Verdi e Sinistra. Quest’ultimo ha dichiarato: “Ho studiato attentamente la norma sui rave presentata da Meloni e Piantedosi e posso affermare che con questa disposizione i rave non c’entrano nulla. Verranno colpite le manifestazioni di protesta che possono andare da occupazioni di Università, scuole o mobilitazioni per questioni ambientali. È una norma liberticida e fascista che addirittura prevede una pena di sei anni con introduzione di misure restrittive che normalmente si applicano ai mafiosi. Pensiamo a chi si raduna in più di 50 senza autorizzazione in un parco pubblico per festeggiare il 25 aprile. Nei loro confronti vengono applicate le misure di prevenzione antimafia. Quella approvata dal Governo Meloni è una norma che ricorda la Russia di Putin. Infatti, dal 2004 ormai è quasi impossibile esercitare il diritto di protesta pacifica in Russia.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × uno =