Decreto “Chiudi Italia”, nuovo stop: la lista delle fabbriche aperte

0
924
nuovo dpcm, giuseppe conte

Arriva un nuovo decreto sulle misure contenitive adottate dal governo italiano per l’emergenza Coronavirus. La nuova stretta è stata annunciata dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sabato 21 marzo in diretta da Palazzo Chigi. I numeri parlano chiaro: in Italia i contagi sono più di 50.000; i decessi aumentano esponenzialmente, superando anche i dati del disastro in Cina. “Le abitudini del nostro Paese devono necessariamente cambiare e con esse la produzione deve rallentare, seppur senza fermarsi definitivamente“, queste le parole del Presidente del Consiglio ieri sera.

Ti consigliamo come approfondimento – Misura “Cura Italia”, arriva la firma per salvare le famiglie dal Coronavirus

Decreto “Chiudi Italia”: stop alle fabbriche

decretoContro il Coronavirus il governo ha deciso di compiere un altro passo: chiudere nell’intero territorio nazionale ogni attività produttiva che non sia assolutamente necessaria a garantire i beni e i servizi essenziali. Grazie alla collaborazione con i sindacati e con le associazioni di categoria, è stato stilato un decreto con la lista dettagliata delle filiere produttive, delle attività e dei servizi di pubblica utilità, che continueranno il loro indispensabile lavoro. Resteranno aperti tutti i supermercati, tutti i negozi di generi alimentari e di prima necessità. Continueranno a rimanere aperte farmacie e parafarmacie. Verranno assicurati i servizi bancari, postali, assicurativi e finanziari. Funzioneranno anche i servizi pubblici essenziali, ad esempio i trasporti. Continueranno anche tutte le attività connesse, accessorie e funzionali a quelle considerate essenziali.

Ti consigliamo come approfondimento – Comunicazione e Coronavirus: le chat per sentirsi più vicini

L’elenco delle fabbriche aperte

decretoEcco di seguito l’elenco dei servizi essenziali riportati nel decreto firmato da Conte con i rispettivi codici ATECO, ovvero tutte le attività necessarie per il funzionamento dello stato in questo momento di emergenza.

Per la produzione:
  • 01 Coltivazioni agricole e produzione di prodotti animali;
  • 03 Pesca e acquacoltura;
  • 05 Estrazione di carbone;
  • 06 Estrazione di petrolio greggio e gas naturale;
  • 09.1 Attività dei servizi di supporto all’estrazione di petrolio e gas naturale;
  • 10 Industrie alimentari;
  • 11 Industria delle bevande;
  • 13.96.20 Fabbricazione di altri articoli tessili tecnici ed industriali;
  • 13.94 Fabbricazione di spago, corde, funi e reti;
  • 13.95 Fabbricazione di tessuti non tessuti e di articoli in tali materie (esclusi gli articoli di abbigliamento);
  • 14.12.00 Confezioni di camici, divise e altri indumenti da lavoro;
  • 16.24.20 Fabbricazione di imballaggi in legno;
  • 17 Fabbricazione di carta;
  • 18 Stampa e riproduzione di supporti registrati;
  • 19 Fabbricazione di coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio;
  • 20 Fabbricazione di prodotti chimici;
  • 21 Fabbricazione di prodotti farmaceutici di base e di preparati farmaceutici;
  • 22.1 Fabbricazione di articoli in gomma;
  • 22.2 fabbricazione di articoli in materie plastiche;
  • 23.19.10 Fabbricazione di vetrerie per laboratori, per uso igienico, per farmacia;
  • 26.6  Fabbricazione di apparecchi per irradiazione, apparecchiature elettromedicali ed elettroterapeutiche;
  • 27.1 Fabbricazione di motori, generatori e trasformatori elettrici e di apparecchiature per la distribuzione e il controllo dell’elettricità;
  • 28.3 Fabbricazione di macchine per l’agricoltura e la silvicoltura;
  • 28.93 Fabbricazione di macchine per l’industria alimentare, delle bevande e del tabacco (incluse parti e accessori)
  • 28.95.00 Fabbricazione di macchine per l’industria della carta e del cartone (incluse parti e accessori);
  • 28.96 Fabbricazione di macchine per l’industria delle materie plastiche e della gomma (incluse parti e accessori);
  • 32.50 Fabbricazione di strumenti e forniture mediche e dentistiche.
  • 32.99.1 Fabbricazione di attrezzature ed articoli di vestiario protettivi di sicurezza;
  • 32.99.4 Fabbricazione di case funebri;
  • 33 Riparazione e manutenzione installazione di macchine e apparecchiature;
Per le altre attività:
  • 35 Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata;
  • 36 Raccolta, trattamento e fornitura di acqua;
  • 37 Gestione delle reti fognarie;
  • 38 Attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiutirecupero dei materiali;
  • 39 Attività di risanamento e altri servizi di gestione rifiuti;
  • 42 Ingegneria civile;
  • 43.2 Installazione di impianti elettrici, idraulici e altri lavori di costruzioni e installazioni;
  • 45.2 Manutenzione e riparazione di autoveicoli;
  • 45.3 Commercio di parti e accessori di autoveicoli;
  • 45.4 Per la sola attività di manutenzione e riparazione di motocicli e commercio di relative parti e accessori;
  • 46.2 Commercio all’ingrosso di materie prime agricole e animali vivi;
  • 46.3 Commercio all’ingrosso di prodotti alimentari, bevande e prodotti del tabacco;
  • 46.46 Commercio all’ingrosso di prodotti farmaceutici;
  • 46.49.2 Commercio all’ingrosso di libri, riviste e giornali;
  • 46.61 Commercio all’ingrosso di macchinari, attrezzature, macchine, accessori, forniture agricole e utensili agricoli, inclusi i trattori;
  • 46.69.19 Commercio all’ingrosso di altri mezzi ed attrezzature da trasporto;
  • 46.69.91 Commercio all’ingrosso di strumenti e attrezzature ad uso scientifico;
  • 46.69.94 Commercio all’ingrosso di articoli antincendio e infortunistici;
  • 46.71 Commercio all’ingrosso di prodotti petroliferi e lubrificanti per autotrazione, di combustibili per riscaldamento;
  • 49 Trasporto terrestre e trasporto mediante condotte;
  • 50 Trasporto marittimo e per vie d’acqua;
  • 51 Trasporto aereo;
  • 52 Magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti;
Per i servizi:
  • 53 Servizi postali e attività di corriere;
  • 55.1 Alberghi e strutture simili;
  • J (da 58 a 63) Servizi di informazione e comunicazione;
  • K (da 64 a 66) Attività finanziarie e assicurative;
  • 69 Attività legali e contabili;
  • 70 Attività di direzione aziendali e di consulenza gestionale;
  • 71 Attività degli studi di architettura e d’ingegneria; collaudi ed analisi tecniche;
  • 72 Ricerca scientifica e sviluppo;
  • 74 Attività professionali, scientifiche e tecniche;
  • 75 Servizi veterinari;
  • 80.1 Servizi di vigilanza privata;
  • 80.2 Servizi connessi ai sistemi di vigilanza;
  • 81.2 Attività di pulizia e disinfestazione;
  • 82.20.00 Attività dei call center;
  • 82.92 Attività di imballaggio e confezionamento conto terzi;
  • 82.99.2 Agenzie di distribuzione libri, giornali e riviste;
  • 84 Amministrazione pubblica e difesa; Assicurazione sociale obbligatoria;
  • 85 Istruzione;
  • 86 Assistenza sanitaria;
  • 87 Servizi di assistenza sociale residenziale;
  • 88 Assistenza sociale non residenziale;
  • 94 Attività di organizzazioni economiche, di datori di lavoro e professionali;
  • 95.11.00 Riparazione e manutenzione di computer e periferiche;
  • 95.12.01 Riparazione e manutenzione di telefoni fissi, cordless e cellulari;
  • 95.12.09 Riparazione e manutenzione di altre apparecchiature per le comunicazioni;
  • 95.22.01 Riparazione di elettrodomestici e di articoli per la casa;
  • 97 Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico;
Ti consigliamo come approfondimento – Coronavirus e solidarietà culturale: musei e collezioni a portata di click

“Uniti ce la faremo”

insieme decretoDunque, il governo con il nuovo decreto rallenta ulteriormente il motore produttivo dell’intero Paese. La decisione è necessaria per affrontare la fase più acuta del contagio. Il premier Conte ammette la difficoltà nel prendere simili misure, ma al contempo incoraggia a restare uniti: “L’emergenza sanitaria si sta tramutando in piena emergenza economica. Lo Stato c’è, lo Stato è qui. Il governo interverrà con misure straordinarie che ci consentiranno di rialzare la testa e ripartire quanto prima. Mai come ora la nostra comunità deve stringersi forte, come una catena, a protezione del bene più importante: la vita”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

8 − 3 =