Decreto Legge 12 marzo: tutto ciò che c’è da sapere

0
267
Anniversario coronavirus

Ieri, in tarda serata è stata posta la nuova firma per il Decreto Legge 12 marzo. A un anno dal primo lockdown generale, assistiamo al ritorno di pesanti restrizioni. Dal 15 marzo al 6 aprile scompaiono le zone gialle e quasi tutta Italia entrerà in zona rossa.

Ti consigliamo come approfondimento – Dpcm e ordinanze: la confusione sulla chiusura ludoteche in Campania

Decreto legge 12 marzo: le novità del Governo Draghi

decreto legge 12 marzo
Dichiarazione del Prof Mario Draghi al termine del colloqui con il Presidente Sergio Mattarella al Quirinale.(foto di Francesco Ammendola – Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

Apposta la firma per il nuovo decreto legge che regolerà le festività pasquali. Addio alla zona gialla per tutta la penisola: in vista di Pasqua, infatti, il Dl propone nuove restrizioni, limitando occasioni di contagio e fronteggiando l’aumento del diffondersi del virus e delle varianti. Nei giorni 3, 4 e 5 aprile, invece, sull’intero territorio nazionale si applicheranno misure stabilite per la zona rossa.

In una sorta di ritorno a marzo 2020, in questo caso sarà possibile spostarsi verso un’abitazione privata una sola volta al giorno, nell’arco orario tra le 5 e le 22, restando all’interno dello stesso comune. Il limite è di due persone, eccezion fatta per i conviventi. Nel conteggio, così come per il Decreto Natale, non rientreranno i minori di 14 anni e le persone disabili o non autosufficienti (conviventi).

Ti consigliamo come approfondimento – AstraZeneca: indagato AD per la morte del militare a Siracusa

Decreto legge 12 marzo: la suddivisione della penisola

decreto legge 12 marzoFatta eccezione per la Sardegna che continua ad essere l’unica regione in zona bianca, l’Italia sarà divisa in due. Da una parte le regioni in zona rossa:

  • Campania;
  • Emilia Romagna
  • Friuli-Venezia Giulia;
  • Lazio;
  • Lombardia;
  • Marche;
  • Molise;
  • Piemonte;
  • Provincia autonoma di Trento;
  • Puglia;
  • Veneto.

Dall’altra le regioni in zona arancione: Abruzzo, Calabria, Liguria, Molise, Puglia, Sicilia, Umbria, Valle d’Aosta.

Ti consigliamo come approfondimento – Draghi, minacce anonime al premier

Spostamenti e autocertificazione: come comportarsi

decreto legge 12 marzoLe differenze tra zona rossa e zona arancione sono varie. In zona arancione:

  • Ci si potrà spostare in ambito comunale;
  • I negozi resteranno aperti fino le ore 21.00;
  • Bar e ristoranti potranno essere aperti fino alle ore 18, fino alle 22 soltanto per la vendita di generi alimentari da asporto.

In zona rossa, invece:

  • Vietati gli spostamenti anche in ambito comunale, eccezion fatta per motivazioni di studio, salute, lavoro;
  • Consentita la vendita da asporto e le consegne a domicilio;
  • Attività motoria consentita nelle vicinanze della propria abitazione;
  • I negozi restano chiusi tranne quelli di prima necessità, manutenzione e riparazione veicoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

10 + 16 =