Decreto Pasqua in arrivo: le famiglie saranno divise come a Natale

0
251
Covid Vaccino Astrazeneca, speranza sci decreto Pasqua, speranza vaccini estate
Dalla pagina Facebook del ministro Roberto Speranza

Arriva il decreto Pasqua con tutte le nuove regole previste per fronteggiare l’emergenza Covid-19 durante i giorni di festa. Il ministro Speranza ha presentato il nuovo dpcm che scadrà il 6 aprile, e che includerà quindi anche il giorno di Pasqua (domenica 4 aprile). Si pensa a una proroga ulteriore del divieto di spostamento tra Regioni, per ora previsto fino al 27 marzo, e vi saranno precise limitazioni per le visite a parenti e amici, come a Natale.

Ti consigliamo come approfondimento – Speranza in diretta: “Nuovo DPCM in arrivo il 6 marzo, durerà un mese”

Decreto Pasqua: le nuove misure

speranza diretta senato decreto pasqua
Il Ministro della Salute Roberto Speranza in diretta al Senato

Ecco nel dettaglio i provvedimenti previsti nel decreto Pasqua:

  • Proroga del divieto di spostamento tra Regioni se non per motivi di salute, necessità o lavoro. Non ci saranno riunioni di famiglia fuori Regione e il turismo sarà limitato. Resta consentita la possibilità di fare rientro al proprio domicilio, residenza o abitazione;
  • Sarà possibile raggiungere le seconde case anche se fuori Regione e in zona rossa, ma potrà spostarsi solo un nucleo familiare per volta. Tuttavia, alcune Regioni hanno normative ad hoc che vietano questa possibilità;
  • Per quanto riguarda le visite a parenti e amici, si potranno andare a trovare ma – come a Natale – non più di una volta al giorno e in un massimo di due persone, oltre, eventualmente, i bambini sotto ai 14 anni. Le visite saranno consentite però solo all’interno di quelle Regioni in zona gialla o arancione. Verrà fatto divieto per quelle in zona rossa.
Ti consigliamo come approfondimento – AstraZeneca, 50% di dosi in meno in Europa: slitta la campagna vaccinale

Gli altri provvedimenti

dad decreto pasquaSul fronte scuola, nelle zone arancioni e gialle resta confermata la didattica in presenza per le superiori, le scuole dell’infanzia e le scuole medie. In zona rossa invece, le superiori resteranno in Dad.

Non cambia nulla inoltre per i negozi. Le attività commerciali potranno restare aperte in zona gialla e arancione. In zona rossa invece, è consentita l’apertura solo per chi vende prodotti essenziali. Confermata nuovamente la chiusura dei centri commerciali nel week end.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × 5 =