Denise Pipitone esito DNA in ritardo, l’avvocato: “No ai ricatti mediatici”

0
294
Denise Pipitone esito DNA

Denise Pipitone esito DNA ancora sconosciuto. I risultati, attesi nel primo pomeriggio di oggi 5 aprile, non sono ancora arrivati. L’avvocato Frazzitta si dice infastidito dai ritardi ma soprattutto che non cederà ai ricatti morali. “O ci fanno avere tutti i dati o non se ne parla più“.

Ti consigliamo come approfondimento – Denise Pipitone viva? Scatta l’esame del DNA sulla sosia in Russia

Denise Pipitone esito DNA: La tv russa non da i risultati

Denise Pipitone esito DNA
Immagine di “Chi l’ha visto”

Era atteso per oggi il confronto tra Olesya Rostova e l’avvocato Frazzitta, legale della famiglia Pipitone. Oggi era il giorno in cui si sarebbe scoperto se la giovane russa sia in realtà Denise Pipitone, la bimba scomparsa a 4 anni a Mazara del Vallo (Sicilia) ormai 17 anni fa. Tutto doveva accadere nel corso del programma russo “Let them talk” andato in onda alle 17:00.  Questo però non è successo, i risultati non sono stati mostrati e non c’è stato nessun confronto. L’emittente non ha inviato la documentazione relativa al test del Dna fatto alla giovane ragazza. Questa è la motivazione dell’assenza del legale.

L’avvocato Giacomo Frazzitta, il legale che assiste e parla a nome di Piera Maggio, mamma della piccola Denise, si è rifiutato. “Non vogliamo sottoporci a un ricatto mediatico da parte della tv russa”. I risultati del test del Dna erano infatti attesi nella giornata di oggi ma al momento solo silenzio. “Se entro domani non ci faranno avere i dati del Dna e del gruppo sanguigno della ragazza mostrata in tv, io e Piera Maggio non parteciperemo a nessun programma. Basta con questo circo mediatico”.

Ti consigliamo come approfondimento – Denise Pipitone in Russia? “Io, rapita da piccola”. Somiglia alla Maggio

Denise Pipitone esito DNA: la famiglia dice no al ricatto mediatico

Denise Pipitone esito DNA
Foto prese dal servizio del programma Chi l’ha visto

Previsto uno “scontro” faccia a faccia tra l’avvocato e la giovane ragazza. Un appuntamento imperdibile per chi ha seguito la vicenda. O per chi vuole sapere se la piccola Denise è stato ritrovata oppure si è trattata dell’ennesima segnalazione falsa. “Voglio prima avere sulla mia scrivania tutta la documentazione scientifica che ho chiesto, cioè gruppo sanguigno e Dna, dopo di che basta. Noi avevamo avviato questa procedura in via privata perché pensavamo di sbrigarci presto. Loro non fanno nulla, basta. Non sottostiamo a nessun ricatto. Al momento non c’è nulla e siamo infastiditi da questi ritardi, dunque o domani ci fanno avere i dati al programma o non partecipiamo”.

Nel momento in cui si avrà la documentazione, il tutto sarà nelle mani della Procura. “Dobbiamo uscire da questo circo mediatico. Loro, i russi, sono venuti meno quindi basta. Non sottostiamo a nessun ricatto, o ci fanno avere tutti i dati o non se ne parla più”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

9 + diciotto =