Denise Pipitone, nuova segnalazione: indagini su una ragazza di Scalea

0
270
Denise Pipitone
Foto dalla Pagina "Missing Denise Pipitone Mp"

Denise Pipitone: il caso della piccola scomparsa nel 2004 a Mazara del Vallo continua a suscitare emozioni. Una recente segnalazione proveniente dalla Calabria potrebbe aprire una nuova pista. Un cittadino ha segnalato delle analogie tra la storia della bambina siciliana e quella di una ventunenne, di origini romene, che vive nella cittadina calabrese di Scalea. Le autorità stanno effettuando gli opportuni controlli e valuteranno se confrontare i Dna.

Ti consigliamo come approfondimento – Denise Pipitone, i magistrati tornano sul caso: ci sono stati depistaggi?

Denise Pipitone: “circostanze verosimili”

Denise Pipitone
Fonte: Chi l’ha Visto?

Pare che chi ha segnalato la situazione abbia riferito delle circostanze che secondo gli investigatori sarebbero “verosimili”. Per questo, i carabinieri di Scalea, cittadina in provincia di Cosenza, stanno procedendo con gli accertamenti. Pare che la ragazza non si sia sottratta alle verifiche e che abbia deciso di collaborare. Ha fornito, infatti, i nomi dei genitori e altre informazioni utili a ricostruire il suo passato. La Procura della Repubblica di Marsala dovrà decidere se procedere o meno ad effettuare la comparazione del Dna.

Ti consigliamo come approfondimento – Denise Pipitone, nessuna tregua per la Maggio: nuova pista in Slovacchia?

Denise Pipitone: una lunga e dolorosa storia

Denise Pipitone
Foto dal profilo Facebook ufficiale di Piera Maggio

La storia di Denise Pipitone tiene sempre col fiato sospeso. In questi lunghi diciassette anni sono stati centinaia gli avvistamenti e le segnalazioni rivolte alla famiglia, alle forze dell’ordine, agli organi di stampa. Pochi giorni fa ha fatto molto scalpore il ritrovamento di un pozzo all’interno della casa di Anna Corona. Scoperta che però si è rivelata inutile ai fini di un eventuale risoluzione del caso.

L’evento più recente che ha suscitato clamore è stata, indubbiamente, la storia della ventenne russa, che raccontò in una tv locale di essere stata rapita all’età di 5 anni. Tra accertamenti e tentativi di strumentalizzazione della vicenda, alla fine si è scoperto che la ragazza non è Denise.

Grande è il numero delle segnalazioni e così come grande è l’affetto che ogni volta il popolo italiano rivolge a Piera Maggio, mamma di Denise. Forse perché altrettanto grande è la speranza di tutti di dare a questa lunga e dolorosa storia un lieto fine.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattordici + 10 =