Deputata di FdI vs Rosa Chemical: “Sanremo diventa spot del gender fluid!”

0
76
Deputata Morgante vs Rosa Chemical
Fonte Ansa e dalla pagina Facebook della deputata di Fratelli d'Italia Maddalena Morgante

Deputata Morgante vs Rosa Chemical: la deputata di Fratelli d’Italia Maddalena Morgante lancia un’invettiva alla Camera contro la partecipazione del cantante al Festival. Dopo la sua invettiva il web si è scatenato contro la deputata e la “Politica”.

Ti consigliamo come approfondimento-La propaganda colpisce i giovani, Meloni e le devianze: la polemica asfalta la leader FdI

Deputata Morgante vs Rosa Chemical: invettiva alla Camera

Dalla pagina Facebook della deputata di Fratelli d’Italia Maddalena Morgante

Il Festival di Sanremo torna nuovamente sui banchi del Parlamento. Questa volta a puntare il dito contro la manifestazione è stata la deputata veronese di Fratelli d’Italia Maddalena Morgante. L’onorevole Morgante ha attaccato la presenza al festival del cantante Rosa Chemical. La deputata ha detto: “Desta sconcerto la notizia riportata dai media che Manuel Franco Rocati, in arte Rosa Chemical, in gara al prossimo festival di Sanremo porterà, come lui stesso ha affermato, chiedo scusa per i termini che sto per usare, il sesso, l’amore poligamo e i porno su Onlyfans. La ‘rivoluzione fluida’ era già da tempo al teatro Ariston. Trasformare il festival di Sanremo nell’appuntamento più gender fluid di sempre è del tutto inopportuno. È l’appuntamento che ogni anno tiene incollato allo schermo famiglie e bambini. È l’emblema della tv tradizionale convenzionale”.

Ti consigliamo come approfondimento-Meloni accetta l’invito del papà single: “Tu e Alba siete un caso particolare”

Deputata Morgante vs Rosa Chemical: “Sanremo=spot gender fluid”

Big Sanremo 2023La deputata veronese ha detto ancora: “Il Festival della canzone rischia di diventare l’ennesimo spot in favore del gender e della sessualità fluida, temi sensibilissimi e che da sempre Fratelli d’Italia contrasta. È inaccettabile che tutto questo possa avvenire non soltanto sulla tv di Stato, che troppo spesso dimentica il suo ruolo di pubblico servizio. Non soltanto per i soldi dei contribuenti, ma soprattutto di fronte ai tantissimi bambini che guarderanno la tv per una serata in famiglia”.
Morgante chiude auspicando che ci sia un ripensamento al riguardo. Infatti dichiara: “Nelle ultime edizioni il festival si è trasformato in una vera e propria propaganda a senso unico. Un vero condensato della peggiore ideologia che mina e vuole minare l’identità dell’uomo e della donna”.

Ti consigliamo come approfondimento-Vietato nuoto transgender, la decisione della FINA: “Sesso biologico è determinante”

Deputata Morgante vs Rosa Chemical: reazione del web

L’intervento dell’esponente FdI sta già infiammando il web, l’hashtag Rosa Chemical è subito entrato nei trending topic. Si possono vedere tantissimi commenti in merito. Un utente, per esempio, scrive: “Un paese letteralmente a pezzi tra crisi climatica, accise sulla benzina, aumenti delle bollette, ma in Parlamento si chiede l’eliminazione di Rosa Chemical da Sanremo. Stiamo messi davvero male”. Un altro, invece, dice: “L’Italia tra crisi energetica e climatica, il sistema universitario e scolastico al collasso, i rincari e l’aumento della benzina mentre al governo si discute di Rosa Chemical a Sanremo”. Sembra giusto porsi al domanda sulla questione posta in essere da questi utenti. Ma davvero è così importante parlare in Parlamento di chi partecipa al Festival di Sanremo? La società è cambiata e molti in Parlamento, dato che dovrebbero rappresentarci, lo devono capire. “. Sembra che questa “politica” voglia ritornare indietro nel tempo, invece che guardare la futuro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × quattro =