Ragazzini devastano centro vaccinale: improvvisavano partita di calcio

0
138
Devastato centro vaccinale Coperchia

Devastato centro vaccinale Coperchia, nella notte tra sabato e domenica. Il raid, che porta la firma di alcuni ragazzi, è avvenuto nella frazione del comune di Pellezzano, in provincia di Salerno.
A dare notizia dell’accaduto è stata la stessa amministrazione comunale. Quest’ultima oltre a sporgere denuncia hanno messo in rete anche le immagini dell’accaduto.
A tal proposito, è plausibile pensare che sia facilmente possibile risalire ai responsabili per via delle telecamere di sicurezza.

Ti consigliamo come approfondimento – Bomba molotov contro centro vaccinale: Carabinieri aprono un’indagine

Devastato centro vaccinale Coperchia da ragazzini: stavano improvvisando una partita di pallone

Devastato centro vaccinale CoperchiaIl motivo che ha portato un gruppo di ragazzini a devastare il centro vaccinale di Coperchia tra la notte di sabato e di domenica sarebbe una partita di pallone. Una partitella di pallone improvvisata avrebbe avuto come risultato finale la distruzione di alcune attrezzature mediche. Alcune di esse, tra le altre cose, sarebbero anche state portate via dal centro vaccinale.

A rendere nota la vicenda è stata l’amministrazione comunale che ha postate sui propri canali social alcune immagini del raid. Pare, inoltre, che il sindaco abbia già denunciato la vicenda alle forze dell’ordine. Per la polizia sarà facile risalire ai responsabili per via delle immagini in loro possesso. 

Ti consigliamo come approfondimento – Attentato centro vaccini, “Distruggiamo il nemico!”: due arresti per terrorismo

La nota del comune: “Non ci faremo intimorire da questi vili atti”

occupazione femminile, Devastato centro vaccinale CoperchiaIl comune ha rilasciato una nota sulla vicenda, dove si evince una netta condanna contro chi si è reso protagonista di un simile atto.
Non è la prima volta che si registrano atti di inciviltà presso il Centro. Vogliamo essere chiari: non ci faremo assolutamente intimorire da vili atti al bene pubblico da parte di un gruppo di incivili. Evidentemente non hanno ancora ben compreso il senso della Res Publica. I responsabili dovranno essere individuati e rispondere di quanto compiuto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 − 3 =