Di Battista lascia il M5S: “Mai con Forza Italia. Devo farmi da parte”

0
151
di battista

Alessandro Di Battista lascia il MoVimento 5 Stelle. Una scelta politica e di “coscienza”, dettata dalle ultime vicende e dai repentini cambiamenti che hanno sconvolto l’assetto governativo del nostro Paese. A scatenare la drastica di Di Battista sarebbe stato in particolare il voto su Russeau, la piattaforma che ha poi dato via libera al governo Draghi con il 59,3% di voti a favore. Queste le parole pronunciate dall’ormai ex grillino: “Non posso far altro che farmi da parte”.

Ti consigliamo come approfondimento – Conte: “Voterei per il ‘Si’ a Draghi”. Polemiche sul quesito: “Manipolatorio!”

Di Battista non ci sta: lascia il Movimento

Di Battista Renzi
Dal profilo Facebook di Alessandro Di Battista

Ho grandissimo rispetto per la decisione degli iscritti – ha spiegato in una diretta Facebook – reputo gli attivisti e coloro che votano persone raziocinanti, persone perbene che non si lasciano influenzare. Il sì ha vinto col 60%, quindi zero polemiche. Allo stesso tempo però dico che le decisioni si devono rispettare quando si possono accettare. Anche in questo caso io le accetto ma non riesco a digerirle. La mia coscienza politica non ce la fa“.

Alessandro Di Battista, a differenza di Luigi Di Maio, Roberto Fico, Vito Crimi e altri importanti esponenti del Movimento, si è sempre schierato contro la formazione del governo Draghi. A un’ora e mezza dal termine delle elezioni ha annunciato la sua decisione, al momento definitiva.

Ti consigliamo come approfondimento – Di Maio in diretta Facebook: “Votare sì a Draghi è un atto di responsabilità”

“Mai con Forza Italia”

coronavirus conte congiunti stati generali, stato di emergenza nuovo dpcm italia zona rossa natale nuovo dpcm di battistaLa difficoltà di Di Battista sarebbe soprattutto quella di “Sedersi con determinati personaggi, in particolare partiti come Forza Italia, con un governo nato essenzialmente per sistematizzare il M5S e buttare giù un presidente per bene come Conte…Questa cosa non riesco proprio a superarla”. E continua: “Non posso far altro che parlare a nome mio e farmi da parte. Se poi domani la mia strada dovesse incrociarsi di nuovo con quella del M5S, vedremo: dipenderà esclusivamente da idee politiche, atteggiamenti e prese di posizione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dodici + 7 =