Diabete, possibile curarlo e prevenirlo con un vaccino

0
257
diabete

Il diabete mellito di tipo 1 è ormai sempre più diffuso. Ma se si potesse fermarlo con un vaccino? A testarlo uno studio australiano dell’Università di Melbourne, diretto dalla dott.ssa Kirsten Perrett. (Leggi anche: Legge 104 anche per i diabetici, ecco come fare richiesta) Il vaccino contro il rotavirus, un virus responsabile di gastroenteriti, diarree e disidratazioni nei bambini, potrebbe essere un rimedio efficace. Dalla sua introduzione in Australia nel 2007 con il protocollo di immunizzazione standard neonatale, per la prima volta dal 1980, l’incidenza della malattia sulla popolazione sarebbe in calo.

Diabete e vaccino contro il rotavirus: lo studio

diabete

Il diabete di tipo 1 è una malattia autoimmune che colpisce soprattutto durante l’infanzia o l’adolescenza. Si manifesta con una progressiva distruzione delle cellule beta del pancreas. In questo modo l’organismo non riesce più a sintetizzare l’insulina, regolatore chiave del livello di zuccheri nel sangue.

I ricercatori dell’Università di Melbourne hanno confrontato i numeri dei casi di diabete 8 anni prima e 8 anni dopo l’introduzione dei vaccini “Rotarix” e “RotaTex”. Ne è emerso che i bambini dai 0 ai 4 anni si ammalano più difficilmente. Nello specifico, se prima del vaccino la diagnosi di diabete per i più piccoli era in rapporto di 8,7 su 100.000, oggi si è scesi a 7,5 casi, con un calo del 14%.

Leggi anche: Papilloma virus, nel vaccino il rimedio per il tumore alla cervice

Per quanto un’effettiva correlazione causa-effetto tra il vaccino e il diabete non sia stata ancora scientificamente dimostrata, un altro particolare precedentemente emerso, sembra rafforzare la tesi dei ricercatori australiani. Il rotavirus può interagire con un recettore delle cellule pancreatiche, scatenando un attacco immunitario contro le cellule beta. Con il vaccino, questo meccanismo viene inibito. Forse per questo l’incidenza del diabete è in diminuzione.

diabete

Le ricerche sono promettenti

Molti studi stanno cercando una soluzione per arrestare questa pericolosa malattia. A tal proposito è utile ricordare anche la ricerca americana sul vaccino che ha il bacillo Calmette-Guérin (BCG), altro possibile rimedio contro il diabete. Nella speranza che questi studi abbiano riscontri positivi, è proprio il caso di dire: che la scienza ci aiuti!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here