Diavolo di mare: avvistato in Campania. Ecco dove

0
202
Diavolo

È stato avvistato proprio ieri mattina, 27 giugno 2020, il cosiddetto Diavolo di Mare. Nuotava liberamente nelle acque dell’Area marina protetta (Amp) di Punta Campanella, tra Capri e Sorrento. Più precisamente era al largo dello scoglio di Vetara, zona A del Parco Marino di Punta Campanella. La sua presenza è stata segnalata attraverso un video girato dal pescatore Antonio Gargiulo. Il suo avvistamento è significativo e insolito, in quanto si tratta di una specie a rischio di estinzione, che solitamente vive in acque molto profonde. Ma non è l’unico evento sorprendente degli ultimi giorni. Nella scorsa settimana, infatti, è stata segnalata la presenza di altre creature marine, in punti diversi della costa campana.

Ti consigliamo come approfondimento – Bandiere Blu 2020

Diavolo di mare o Mobula Mobular

Diavolo
Foto da Wikipedia

Il suo nome scientifico è Mobula Mobular, ma è conosciuto anche come manta mediterranea.

È dotato di un corpo “schiacciato”, con due grandi pinne pettorali, simili a delle ali. La coda è costituita da una spina, usata come arma di difesa. Gli occhi sono sul dorso, mentre sul ventre ci sono la bocca e le fessure branchiali.

Solitamente preferisce nuotare nelle profondità del mare, anche a migliaia di metri sotto la superficie. È presente nel Mediterraneo, nell’Atlantico orientale, al largo delle coste dell’Irlanda fino alle acque meridionali del Portogallo, isole Canarie e Azzorre comprese.

Tuttavia si tratta di una specie inserita nella lista rossa della IUCN (International Union for Conservation of Nature), l’elenco delle specie a rischio di estinzione. Si prevede infatti che nei prossimi anni possa subire una drastica diminuzione di popolazione, se non viene salvaguardata. Questa specie è a rischio anche perché vittima accidentale di diverse attività di pesca invasiva. Occorre ricordare, però, che la pesca del Diavolo di Mare è vietata e sono previste severe sanzioni economiche.

Ti consigliamo come approfondimento – L’Italia è tra le dieci destinazioni più sicure

Altri affascinanti avvistamenti

DiavoloSempre nella giornata di ieri, il pescatore Gargiulo ha segnalato un’altra particolare presenza nelle acque campane. Ha ripreso due delfini che nuotavano alle prime luci dell’alba presso Li Galli, zona B dell’Area Marina Protetta.

Ma gli avvistamenti non finiscono qui. La scorsa settimana, infatti, tra Capri e Massalubrense alcuni diportisti avevano filmato un capodoglio. E inoltre, al largo della costa di Castellammare di Stabia, l’equipaggio di una barca aveva avvistato e ripreso una balenottera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here