Disabile stuprata e filmata a Caserta: arrestati due uomini e una donna

0
241

Disabile stuprata Caserta: una 22enne con deficit cognitivo è stata picchiata, violentata e – ovviamente – filmata con il cellulare durante l’orrore. I suoi torturatori sarebbero tre – due uomini e una donna, arrestati stamattina.

Ti consigliamo come approfondimento – Sanremo 2021, Amadeus da Fazio: “Lo faremo con il pubblico!”

Disabile stuprata Caserta: un orrore durato giorni

disabile stuprata caserta

Orrore a Maddaloni (Caserta), dove si è consumata l’ennesima violenza ai danni di una persona fragile e indifesa. La vittima è una giovane disabile con un deficit cognitivo grave. Lo stupro, di cui sono accusati due uomini di 63 e 35 anni e una donna di 31 anni, sarebbe andato avanti per diversi giorni. Durante la lunga prigionia, la ragazza sarebbe stata picchiata con un bastone e avrebbe subito abusi sessuali ripetuti. Uno dei tre avrebbe filmato l’orrore con il proprio cellulare, condividendo poi le immagini con gli altri due stupratori. Il materiale video è stato già acquisito dagli inquirenti come prova, e certificherebbe le responsabilità pressoché identiche dei tre aguzzini.

Ti consigliamo come approfondimento – Italia fuori dalle Olimpiadi 2021: mercoledì la firma del CIO

Stupro a Caserta: la denuncia e gli arresti stamattina

rapporti sessuali cyberbullismo stalking violenza sulle donne, disabile stuprata caserta

Il padre della ragazza, preoccupato del fatto che questa non tornasse a casa da alcuni giorni, ne aveva denunciato la scomparsa alla polizia. La ragazza sarebbe però rientrata autonomamente a casa, riaccompagnata da uno dei suoi stupratori, che aveva tentato di convincerla ad accusare suo padre della violenza. Ma la giovane ha avuto il coraggio di raccontare gli orrori subiti – prima a suo padre e poi a una psicologa nell’ambito di un interrogatorio protetto. In questo modo, avrebbe incastrato i suoi violentatori.

I tre sono stati arrestati stamattina al termine di una delicata indagine. Ora  sono rinchiusi nei penitenziari di Santa Maria Capua Vetere e Pozzuoli. Rispondono, oltre che di violenza sessuale di gruppo, anche di sequestro di persona, lesioni, revenge porn e stalking.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × 2 =