Disordini in Francia: poliziotto uccide ragazzo ad un posto di blocco

0
379
disordini in Francia

Disordini in Francia: poliziotto uccide ragazzo ad un posto di blocco. Nahel Merzouk è il nome del 17enne ucciso a Nanterre. Il giovane aveva provato a sfuggire ad un posto di blocco.
La morte del ragazzo è stata la scintilla che ha dato il via a feroci proteste in tutto il paese. Gli scontri tra i manifestanti ed i poliziotti sono violentissimi; a  peggiorare la situazione durante le manifestazioni a Marsiglia un altro ragazzo è stato colpito a morte da un proiettile di gomma.

Ti suggeriamo come approfondimento – Crisi Ucraina, Zelensky: “Kiev fortezza del mondo libero” Macron: “Non è ancora l’ora del dialogo con la Russia”

Disordini in Francia: 27enne morto durante le manifestazioni, è caos

Proteste a marsiglia, disordini in franciaDisordini in Francia: il decesso del 27enne morto a Marsiglia è stato provocato da un arresto cardiaco dovuto a un proiettile di gomma.
Il proiettile in questione è del tipo “Flash-Ball” che è progettato per deformarsi ma che può provocare gravi lesioni. Da anni è in piedi un dibattito per proibirli.

Il rischio di una escalation ancora più violenta è concreto. Il presidente Emmanuel Macron ha incontrato i sindaci di oltre duecento comuni. Il presidente ha annunciato una legge per accelerare la ricostruzione; intanto i danni si stimano intorno al miliardo di euro in tutto il paese.
A oggi sono state due differenti collette. La prima per l’agente che ha ucciso Nahel, avviata da Jean Messiah (un esponente di estrema destra) e l’altra per il diciassettenne rimasto ucciso, iniziata dalla sua famiglia.

Ti consigliamo come approfondimento – Francia, uomo accoltella 5 bimbi e un anziano in un parco, due sono in pericolo di vita

Disordini in Francia: Le parole di Macron e le polemiche

Francia chiude confini, rivolte in francia, disordini in francia“Il ritorno alla calma sarà duraturo? Sarei prudente ma il picco che abbiamo conosciuto nei giorni scorsi è passato”. Così Macron ha espresso il suo sostegno all’ Eliseo.
Forte polemica anche sulle collette; i soldi per sostenere il poliziotto hanno superato la cifra di quella per il diciassettenne.
La colletta per l’agente è stata aperta sulla piattaforma GoFundMe.

Ti consigliamo come approfondimento – Francia, il Governo presenta una legge che vieta l’accesso dei minorenni ai siti porno

Non è chiaro se la somma arriverà alla famiglia dell’interessato.
L’utenza sottolinea che nel regolamento di GoFundMe è vietato proporre raccolte che riflettono un abuso di potere.
Inoltre una legge francese del 1881 vieta raccolte fondi per pagare multe o risarcimenti derivanti da procedure giudiziarie. Staremo a vedere cosa succederà nei prossimi giorni e come la Francia riuscirà ad uscire dall’ennesima rivolta popolare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciannove + 17 =