Marano, donna accoltellata per un parcheggio. La sorella pubblica il video agghiacciante

0
1522
Donna accoltellata parcheggio

Donna accoltellata parcheggio: una donna è stata picchiata e accoltellata all’interno del parcheggio di un negozio. L’aggressione avvenuta a Marano è stata ripresa dall’impianto di videosorveglianza che dopo alcuni mesi è stato reso noto.

Ti consigliamo come approfondimento-Napoli, massacrato con il crick per difendere la figlia. Identificato assassino

Donna accoltellata parcheggio avvenuta qualche mese fa

12enne sfregiataSono state rese note le immagini video dell’aggressione avvenuta ad una donna all’interno del parcheggio di un negozio. Per questioni di privacy il video non era stato ancora reso noto e al momento le immagini sono oscurate. Nelle riprese si vede la donna buttata a terra, presa a calci e accoltellata da tre persone, padre, madre e figlio. La brutale aggressione è avvenuta a Marano, in provincia di Napoli qualche mese fa. Il video è stato pubblicato dalla sorella della vittima che denuncia la condanna troppo lieve degli aggressori. Gli aggressori furono un padre, di 40 anni, una madre, 38 anni, e il figlio, di 17 anni. A distanza di 9 mesi sono arrivate le condanne: rispettivamente 7 anni di reclusione per il padre, 6 per la madre e 3 per il figlio. Quest’ultimo individuato come chi aveva materialmente sferrato le coltellate.

Ti consigliamo come approfondimento-Napoli 12enne sfregiata, gambizzato per vendetta zio dell’aggressore

Donna accoltellata parcheggio: video postato dalla sorella dopo la condanna

bambina parolacce video, Assalto ospedale mare Napoli, napoli zona rossa
Ph presa dalla pagina ufficiale di Francesco Emilio Borrelli

La sorella ha commentato duramente la condanna. La donna ha detto: “Per un tentato omicidio preterintenzionale con 4 coltellate che hanno causato ferite gravissime ci sembrano condanne davvero troppo lievi. Addirittura, gli sono stati anche concessi i domiciliari fuori Napoli.  Io e mia sorella vorremmo far sentire la nostra voce per chiedere giustizia anche in rispetto di tutte quelle donne che, a differenza di mia sorella, non ce l’hanno fatta. Vorrei che rendesse noto il video dell’aggressione”. Il filmato è stato inviato al consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, che l’ha pubblicato sui propri canali social. In merito alla vicenda il consigliere Borelli ha detto: “Sono immagini di una violenza e di una ferocia inaudite. Poi si considera che tutto questo si è scatenato per un posto auto, allora tutto diventa così assurdo. La tragedia di Torre Annunziata con la morte di Maurizio Cerrato non ha insegnato nulla”.

Ti consigliamo come approfondimento-Torre Annunziata, 61enne muore difendendo la figlia. Massacrato col crick

Donna accoltellata parcheggio: omicidio Cerrato

Torre annunziata ucciso crick
Dal profilo Facebook di Maurizio Cerrato

La vicenda di cui parla il consigliere Borelli riguarda l’omicidio di Maurizio Cerrato. L’uomo, di 61 anni, venne ucciso a colpi di crick a seguito di una discussione avvenuta per un parcheggio. Infatti, la figlia della vittima, si era appropriata di un posto auto che l’assassino si era riservato ,illegalmente, occupandolo con una sedia. Tale gesto venne considerato uno sbaglio e il proprietario della sedia decise di squarciare un pneumatico della ragazza. Quest’ultima reagì e chiese aiuto al padre. Quest’ultimo venne aggredito da tre persone e colpito a morte con un crick. La Procura della Repubblica di Torre Annunziata fece scattare un fermo per quattro persone. I quattro fermati vennero rinchiusi nel carcere di Napoli Poggioreale. In carcere sono finiti Giorgio Scaramella di 41 anni, Domenico Scaramella di 51, Antonio Venditto 26 e Antonio Cirillo 33 anni. Si attende ancora la sentenza di condanna.