Napoli: femminicidio a Somma Vesuviana. Uccisa a coltellate dal marito!

0
132
donna uccisa napoli,

Donna uccisa Napoli, è la tragica vicenda avvenuta questa mattina a Somma Vesuviana. L’omicidio si sarebbe svolto intorno alle ore 9:30 davanti ad un supermercato locale. Il luogo del delitto è infatti proprio il parcheggio di quest’ultimo. La vittima è Vincenza Tuorto, una donna di 63 anni di Savino, uccisa a coltellate. Assieme a lei è stato ritrovato ferito, dalla medesima arma, anche un uomo di 46 anni. Attualmente sono in corso le indagini dei carabinieri per far luce sulla vicenda. Nel frattempo, sarebbe giunto ai carabinieri di Ottaviano il presunto marito. Quest’ultimo probabilmente autore del delitto si è presentato di sua spontanea volontà.

Ti consigliamo come approfondimento – Macabra scoperta, madre e figlio trovati morti in casa: erano spariti da mesi

Donna uccisa Napoli: l’omicidio nel parcheggio a Somma Vesuviana

rapinatori rolex, donna uccisa napoli,Via Marigliano, Somma Vesuviana, questo il luogo del delitto o meglio dei delitti. Infatti sono due i reati riscontrati nell’area del parcheggio del supermercato in questione. Il primo, decisamente più allarmante, è quello dell’omicidio di una donna. Si chiamava Vincenza Tuorto, aveva 63 anni ed era di Savino. Probabilmente si apprestava come chiunque a fare la spesa stamane. Tuttavia, alle ore 9:30, qualcuno, a coltellate, avrebbe posto fine alla sua vita. Nello stesso luogo era presente anche un uomo di 46 anni. Quest’ultimo, residente a Sant’Anastasia, rimasto ferito dalla stessa arma. Dalle ferite riscontrate il 118 ipotizza si trattasse di un coltello. Sulla vicenda ancora indagano i carabinieri essendo ignoto sia il movente che il fatto stesso. Tuttavia, poco dopo l’omicidio, si è presentato spontaneamente ai carabinieri di Ottaviano il marito della donna. Quest’ultimo ritenuto il possibile assassino. Non è noto se abbia confessato o meno.

Ti consigliamo come approfondimento – Libero De Rienzo, trovato morto a casa da un amico l’attore napoletano

Donna uccisa Napoli: i dati Istat sul femminicidio da parte dei mariti

L’Istat attraverso una raccolta dati annuale tiene conto di ogni femminicidio compiuto. Attraverso quest’ultimi vengono ricavati dati tanto eloquenti quanto inquietanti. Di fatto, tenendo conto della raccolta dati, per quanto in calo, rimane un problema non lieve. Nel 2020 sono state circa 90 le vittime, ovvero una ogni tre giorni. Dato ancora più allarmante se ci si sofferma sul 2019. Risulterebbero infatti 111 le donne uccise. Nell’88,3% dei casi l’omicidio è stato compiuto da una persona conosciuta. Nel 49,5% la persona conosciuta in questione era proprio il partner attuale della donna. L’11,7% invece è da attribuire ai partner precedenti. Ciò pone una percentuale del 61,3% di omicidi causati da un partner (attuale o passato che sia). Dato in netto aumento rispetto a quello degli anni precedenti. Basti pensare che nel 2018 era il 54,9%. Insomma si tratta di un tema che farà ancora tanto, e giustamente, discutere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × 3 =