Dottorando italiano ucciso negli USA dal membro di una gang. Si indaga

0
107
dottorando italiano ucciso
Fonte Ansa

Dottorando italiano ucciso in America alla Columbia University. Il ragazzo, di 30 anni, è stato accoltellato nei pressi del campus universitario. L’assassino risulta essere un membro di una gang già noto alle Forze dell’Ordine.

Ti consigliamo come approfondimento-Napoli, 14enne arrestato fuori scuola: armato di un coltello e di un taser

Dottorando italiano ucciso negli USA

Fonte Ansa

Un dottorando italiano di 30 anni, di nome Davide Giri, è stato assassinato in America. Il ragazzo era iscritto alla Columbia University. L’omicidio è avvenuto intorno alle 23 nei pressi di Morningside Park, vicino al campus dell’università americana. Più precisamente l’omicidio è avvenuto all’altezza delle 123esima starda e Amsterdam Avenue. Il ragazzo è stato accoltellato da un ragazzo di 25 anni, membro della gang Every Body Killer, già noto alle Forze dell’Ordine. L’assalitore, di 25 anni, pare che abbia anche accoltellato un altro turista italiano di 27 anni nei giorni scorsi. Il 30enne è stato aggredito nella zona in cui nel 2019 venne accoltellata anche la studentessa Tessa Majors della Barnard University. Si attendono adesso i riscontri del caso da parte delle Forze dell’Ordine.

Ti consigliamo come approfondimento-Tragedia, 14enne si getta dalla finestra della scuola e muore: aveva preso un brutto voto

Dottorando italiano ucciso: “Una notizia sconvolgente”

Dalla pagina Facebook della Columbia University in the city of New York

La notizia dell’assassinio del ragazzo italiano è stata commentata dal presidente della Columbia University, Lee Bollinger in un comunicato agli studenti. Bollinger ha detto: “Questa notizia è allo stesso tempo inspiegabilmente triste e profondamente sconvolgente, ed è avvenuta a pochi passi dal campus. L’università è in contatto con la polizia di New York per apprendere maggiori dettagli sull’aggressione. Naturalmente, vi terremo aggiornati. Questi sono momenti in cui essere comunità è davvero importante. Per questo vi incoraggio a incontrarvi, a vedervi l’uno con l’altro, gli altri hanno bisogno di voi, come voi degli altri. Contate sul sostegno dell’Università.” Si attende adesso l’arrivo della salma in Italia in seguito all’autopsia. Sono già partiti gli iter burocratici tra USA e Italia per consentire la degna sepoltura la giovane 30enne in Italia.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × quattro =