Dpcm: Conte e il decreto notturno che vieta feste private e sport

0
656
conte stati generali, decreto semplificazioni ponte morandi, giuseppe conte
Foto dalla pagina ufficiale Facebook del Presidente Giuseppe Conte

Stanotte, 13 ottobre, è stato firmato il nuovo Dpcm dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e dal ministro della Salute, Roberto Speranza. Il provvedimento entrerà in vigore il 14 ottobre e avrà validità fino al 13 novembre. Il decreto sostituisce quello precedente, emanato il 7 agosto e poi prorogato. Il documento contiene tutte le nuove misure di contenimento per contrastare la diffusione del Covid-19.

Ti consigliamo questo approfondimento – Italia, atterraggi sicuri: obbligo di tampone per chi viene dai Paesi a rischio

Dpcm: mascherine anche nelle abitazioni

DpcmL’articolo 1 del Dpcm conferma l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto e nei luoghi chiusi diversi dalle abitazioni. Sono esentati coloro che praticano attività sportiva (a livello professionale), i bambini sotto i 6 anni e le persone con disabilità incompatibili con l’uso del dispositivo.

È fatto divieto di organizzare feste private all’aperto o al chiuso. Nel testo integrale del provvedimento si può inoltre leggere: “è fortemente raccomandato l’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi”. Non è quindi un divieto, ma un deciso invito alla prudenza. Questo perché si è constatato che tra familiari e conoscenti si abbassa più facilmente la guardia. E si crea quindi una pericolosa possibilità di contagio. Sono sconsigliati dunque anche gli incontri in casa con più di 6 persone non conviventi.

Ti consigliamo questo approfondimento – Covid-19: Italia pronta alla seconda ondata con 11.000 posti in terapia intensiva

Dpcm: restrizioni per locali, sport e spettacolo

Dpcm
Dal profilo ufficiale Facebook del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte

Il Dpcm prevede una presenza di non oltre il 15% dei partecipanti negli impianti sportivi, nei cinema, nei teatri e nelle sale da concerti. Il limite massimo è di 1.000 spettatori all’aperto e 200 al chiuso. Viene vietato lo sport di contatto a livello amatoriale, a partire dal calcetto. Vengono anche sospesi i viaggi di istruzione.

Non mancano restrizioni anche per i locali. Ristoranti, bar, pub, pasticcerie e gelaterie dovranno chiudere alle 24. Inoltre è vietato sostare all’esterno del locale dopo le 21: dopo quest’ora la consumazione sarà possibile solo al tavolo.
Viene raccomandato, infine, lo svolgimento delle attività professionali medianti modalità di lavoro agile o smart working.

Per leggere il testo integrale del Dpcm del 13 ottobre 2020, clicca qui.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 + 17 =