Draghi: “No zone gialle, lockdown fino a maggio”. Lotta nel Governo

0
211
draghi lockdown pasqua

Mario Draghi lockdown Pasqua, e anche oltre – questa la proposta del Governo. L’Italia continuerà a essere tinta di rosso e arancione fino a maggio, nessuna Regione esclusa. L’obiettivo della stretta è quello di incentivare maggiormente la campagna vaccinale, che sta procedendo piano a causa dei ritardi delle consegne. Ma il Premier resta coerente con il discorso fatto appena due giorni fa: scuole primarie e medie aperte.

Ti consigliamo come approfondimento – Covid Napoli, via alla sperimentazione del vaccino Takis: come candidarsi

Draghi lockdown Pasqua: lo scenario del prossimo mese

de luca covid nataleIl decreto oggi in vigore è quasi giunto alla linea di traguardo. Nonostante ciò, la morsa del Governo Draghi è ferrea e incontestabile. Un altro mese di chiusure e divieti in tutta Italia, senza eccezione alcuna. Nonostante alcune Regioni cambieranno colore, nessuna di esse diventerà gialla. Il motivo di tale decisione è sotto gli occhi di tutti: far progredire la campagna vaccinale. Il programma di immunizzazione per i cittadini, a causa di ritardi di consegne e carichi dimezzati, sta procedendo barcollando. Ma la visione di chi è a capo del Governo resta ampia: vaccinare almeno l’80% della popolazione italiana entro settembre. Per permettere ciò, spiega il Premier Draghi, è necessario stringere i denti ancora un altro po’. Un ulteriore mese di forti restrizioni è indispensabile per recuperare il tempo perso dalle aziende farmaceutiche e strutture ospedaliere, dove regna il caos. In questo modo, la curva di contagio si addolcirebbe e le vaccinazioni potranno procedere senza eccessive problematiche.

Ti consigliamo come approfondimento – Premier Draghi: “Scuole primarie ripartono, ma solo se vacciniamo tutti!”

Draghi lockdown Pasqua: Italia chiusa, scuole aperte

scuola scuole istruzione, graduatorie provincialiRimangono in vigore, pertanto, misure restrittive che tutti conoscono. Coprifuoco dalle 22 alle 5, luoghi di ristoro con serrande chiuse, centri commerciali blindati nei weekend. Palestre, piscine, centri estetici, cinema e teatri ancora in fermo. Le uniche attività (oltre ai negozi che offrono beni di prima necessità) a riaprire saranno le scuole primarie e medie. Con il programma di immunizzazione del personale scolastico, che continua a viaggiare in parallelo con il Pfizer per anziani e malati, Draghi punta a riaprire gli istituti. È un discorso che ha già affrontato due giorni fa, sottolineando l’importanza di far tornare i ragazzi in classe il prima possibile. E il Governo si divide tra chi è d’accordo e chi continua a sostenere il metodo DAD. Ma il Primo Ministro precisa che tale scenario è dipeso unicamente dall’andamento dell’epidemia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quindici + cinque =