Draghi, lockdown per velocizzare vaccini: “Coprifuoco alle 20 e zone rosse”

0
120
Draghi lockdown vaccini

Draghi lockdown vaccini: il Governo si dirige verso la strada della zona rossa nazionale. I numeri dei contagi sono ancora molto alti, e si vagliano varie ipotesi per accelerare la campagna vaccinale. La decisione verrà presa nel prossimo vertice tra Speranza, Gelmini e CTS.

Ti consigliamo come approfondimento – Speranza annuncia: “Entro l’estate vaccini per tutti gli italiani!”

Draghi lockdown vaccini: ipotesi zona rossa nazionale

Draghi lockdown vacciniDraghi lockdown vaccini – È trascorso un anno da quando il Coronavirus ha totalmente sconvolto l’Italia. Da marzo 2020, le restrizioni sono all’ordine del giorno. Il numero dei contagi, sebbene in estate sia rallentato, in autunno ha ripreso a salire vertiginosamente. Oggi, a 12 mesi dall’inizio di tutto, quel numero è più alto che mai.

Il virus corre e non è escluso che i cittadini italiani si ritrovino ad affrontare restrizioni ancora più dure. Nel prossimo vertice tra Speranza, Gelmini, CTS e Giuseppe Figliuolo, si discuterà dell’ipotesi della zona rossa nazionale. L’idea è quella di chiudere il paese per 3 o 4 settimane, in modo da potenziare la vaccinazione di massa. Nel piano sono previste maggiori restrizioni nel weekend, come il coprifuoco anticipato alle 20 o alle 19. Altra ipotesi in discussione è quella di una zona arancione rafforzata generalizzata, in modo da non sfavorire alcune categorie di commercianti.

L’unica regione a non essere soggetta a disposizioni più restringenti sarà la Sardegna, che da ormai una settimana è in zona bianca.

Ti consigliamo come approfondimento – Reddito di cittadinanza: a marzo arriva il bis del sussidio. A chi spetta

Draghi lockdown vaccini: il punto sulle somministrazioni

fisioterapista vaccinoDraghi lockdown vaccini – Le restrizioni alle quali il Governo ricorrerà, serviranno per incentivare la campagna di somministrazione. Entro la fine di marzo, è previsto l’arrivo di altre 9 milioni di dosi. Da inizio aprile, e per tutto il secondo trimestre del 2021, ne arriveranno altre 52 milioni.

Attualmente, i vaccini che sono stati somministrati sono 5.417.578. Gli italiani che hanno ricevuto entrambe le dosi, invece, sono 1.652.031. Tra le dosi, al primo posto c’è Pfizer/BioNTech, seguito da AstraZeneca e Moderna. Al momento, le regioni col più alto numero di somministrazioni, vi sono:

  • Lombardia, con 823.672 dosi;
  • Lazio, con 540.182 dosi;
  • Campania, con 489.900 dosi.

Intanto, il Governo Draghi è pronto ad allargare il numero di sedi in cui vaccinare i cittadini. Avanti con i medici di base, farmacie e punti di raccolta in luoghi pubblici capienti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

10 + 3 =