Eco-Gesti, la sfida degli Scout: 21 azioni “green” per salvare il mondo

0
943
Eco-Gesti

L’emergenza da Covid-19 ha cambiato radicalmente le abitudini di ognuno di noi. I mesi di quarantena appena trascorsi ci hanno costretti a casa e ridotto al minimo indispensabile la mobilità. Questo periodo così difficile ha avuto però delle conseguenze positive. Oltre a essere riusciti a controllare il contagio, è stato interessante notare che in molte parti del mondo l’inquinamento si è drasticamente ridotto. Questo ha reso l’uomo indiscutibilmente consapevole del fatto che le sue azioni condizionano l’ambiente. Ed è proprio da questa consapevolezza che nasce l’iniziativa Eco-Gesti, ideata dal gruppo scout Clan/Fuoco Lelio Nava Grumo Nevano 1. Di seguito, la nostra intervista a Gilda D’Errico, che ci ha spiegato i dettagli del progetto.

Ti consigliamo questo approfondimento – Sì, l’inquinamento favorisce il virus. Ma potrebbe aiutarci a combatterlo

Eco-Gesti: 21 giorni per cambiare il mondo

Eco-GestiSalve, Gilda D’Errico. In qualità di rappresentante del gruppo scout Clan/Fuoco Lelio Nava Grumo Nevano 1, ci può parlare dell’iniziativa Eco-Gesti?

“Salve a tutti e grazie a voi di Informa Press per l’attenzione. Il progetto Eco-Gesti nasce dalla voglia di un gruppo di 20 ragazzi, tra i 18 ed i 20 anni, di sensibilizzare le persone sul tema delle problematiche ambientali, troppo spesso sottovalutate. Si tratta sostanzialmente di 21 challenge “green” che stiamo proponendo di volta in volta sulla nostra pagina Instagram. Le sfide si svolgeranno per 21 giorni. Si ritiene, infatti, che per modificare le proprie abitudini occorrano circa tre settimane. E quindi abbiamo pensato che questo potesse essere il modo migliore per iniziare il cambiamento”.

Ti consigliamo questo approfondimento – Coronavirus, attenti all’inquinamento: è boom di plastica usa e getta

Le challenge “green”

Eco-GestiQuali sono i gesti “green” protagonisti delle challenge? E in che modo si può partecipare all’iniziativa?

Si tratta di gesti semplici, alla portata di tutti. La persona che svolgerà le challenge dovrà, ad esempio: innaffiare le piante di sera; scegliere alimenti a Km0; acquistare prodotti possibilmente privi di imballaggi in plastica; gettare nel contenitore giusto il Tetrapak o gli scontrini;  evitare inutili sprechi d’acqua; staccare la spina agli oggetti elettronici quando non vengono utilizzati.
Partecipare all’iniziativa Eco-Gesti è semplice. Bisogna:
– Visitare la nostra pagina Instagram, dove giorno dopo giorno vengono pubblicate le varie challenge;
– Fare una foto o un piccolo video in cui si compie uno dei gesti “green” indicati;
– Creare una storia su Instagram, indicando il numero della challenge svolta e taggando la pagina Eco-Gesti;
– La storia sarà poi pubblicata sulla nostra pagina.

Eco-Gesti: le parole ispiranti di Greta Thunberg

Eco-Gesti
Ph. dalla pagina Fb di Greta Thunberg

Da dove nasce l’idea?

“Tutto è cominciato da una riunione. Cimentandoci nel “Capitolo”, ovvero il modo con cui il Clan/Fuoco affronta i temi che vengono scelti nel corso dell’anno sociale, abbiamo ascoltato la conferenza intitolata “How dare you?”, tenuta da Greta Thunberg. Nel suo discorso pubblico, l’attivista svedese manifesta la sua rabbia nei confronti dei leader mondiali. Greta li accusa di aver osato rubare i sogni e l’infanzia dei giovani.

Ispirati dalle sue parole, decidemmo di fare qualcosa. Siamo partiti dalla redazione di un questionario. L’obiettivo era comprendere quali fossero le conoscenze delle persone sul tema, per poi cercare di intervenire su queste ultime. Abbiamo poi deciso di realizzare un cortometraggio a puntate, il cui titolo è “Come osate?” (traduzione della frase di Greta). A causa della quarantena, abbiamo avuto non poche difficoltà nel portare a termine i vari video. In un primo momento abbiamo pensato di sospendere e rimandare il progetto. Ma poi abbiamo deciso di far partire lo stesso l’iniziativa. La voglia di agire e sensibilizzare le persone è troppa!

Ti consigliamo come approfondimento – Plastica usa e getta, dal 2021 finalmente è stop!

Eco-Gesti per essere informati e consapevoli

Eco-GestiQuali sono gli obiettivi che intendete raggiungere?

Il nostro principale obiettivo è informare e, quindi, sensibilizzare. Troppe persone, infatti, sono indifferenti rispetto ai temi ecologici perché non sono informate né delle problematiche né delle conseguenze che ne derivano. Abbiamo scelto di utilizzare la piattaforma di Instagram perché crediamo che sia quella più adatta al nostro scopo. Ha un ampio raggio d’azione e soprattutto è molto usata dai giovani. È infatti soprattutto ai nostri coetanei che si rivolge il nostro messaggio: bisogna tutelare il mondo in cui viviamo e vivremo. Non deresponsabilizzatevi e non colpevolizzate gli altri. Ma chiedetevi “Io cosa posso fare?” e agite!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here