Elefante bruciato vivo – il video shock è virale: arrestati due dei colpevoli

0
112
elefante bruciato vivo

Fuoco e grida strazianti squarciano l’oscurità della notte del Tamil Nadu (India): è un elefante bruciato vivo. Questo è l’ennesimo terribile episodio di barbarie ai danni di animali. Già arrestati due dei tre colpevoli.

Ti consigliamo come approfondimento – Pelle vegana: Desserto Pelle trasforma i cactus in moda ecosostenibile

Elefante bruciato vivo: crudeltà senza limiti

Elefante bruciato vivo

Dall’India arrivano immagini terribili, che dimostrano ancora una volta come sia l’uomo la più terribile e feroce minaccia per il mondo animale. Qualche giorno fa, nel distretto di Nilgiris (Tamil Nadu), un elefante è stato bruciato vivo senza alcun motivo. Si trattava di un elefante assai pacifico, che non aveva mai fatto del male a nessuno. Si limitava solo a qualche tranquilla incursione notturna all’interno del villaggio per cercare cibo. Proprio per la sua bontà era ben voluto dagli abitanti del posto.

Nella notte tre uomini hanno lanciato un copertone incendiato sulla testa del povero animale ferito e lo hanno condannato a una morte lenta e atroce. A nulla sono serviti i soccorsi delle persone che sono intervenute per tentare di risparmiare all’animale quell’inutile sofferenza.

Ti consigliamo come approfondimento – Singapore, le prime crocchette di pollo senza uccidere il pollo

Elefante bruciato vivo: grazie al video arrestati i carnefici

Elefante bruciato vivo

La triste notizia è stata resa nota dal giornale Indian Times. I forestali accorsi sul posto hanno registrato l’agonia dell’animale con i telefonini. Il video dà la misura di quanto l’essere umano possa essere tanto ingiustificatamente crudele verso la natura che lo ospita.

Si vede l’animale allontanarsi fra gli alberi con la testa in fiamme, incapace di liberarsi del copertone incendiato che lo sta uccidendo. Le sue grida di sofferenza sono davvero strazianti. È stato proprio questo video, diventato immediatamente virale grazie a migliaia di condivisioni, a permettere alle autorità locali di arrestare due dei tre carnefici.

Ti consigliamo come approfondimento – Humane Society International lancia la campagna #salviAmotuttiglianimali

L’ultima di una lunga serie di barbarie ai danni degli animali

Elefante bruciato vivo

Purtroppo quella dei giorni scorsi non è la prima aggressione insensata ai danni di questi giganti buoni della savana. Già la scorsa estate, sempre in India, un altro esemplare della specie era stato ucciso brutalmente.

Si trattava di un’elefantessa incinta, morta dopo aver mangiato un frutto imbottito di esplosivo. Anche in quel caso, le immagini dell’animale in fin di vita, mentre cercava sollievo nell’acqua di un fiume, avevano fatto il giro del mondo, ripostate sui social migliaia di volte. Ciò ha puntando i riflettori su una pratica barbara ma fin troppo frequente. Si tratta infatti di una strategia non nuova messa, in atto dai contadini della zona. Questi sono soliti imbottire di esplosivo la frutta per tenere elefanti e altri animali selvatici lontani dai raccolti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × tre =