Elezioni Francia 2024: Le Pen asfalta Macron al primo turno ma niente è ancora deciso

0
140
elezioni referendum, enruco letta nuovo segretario pd

Elezioni Francia 2024. Dopo il deludente risultato alle europee e dopo aver indetto le elezioni anticipate il premier francese Emmanuel Macron si trova a dover fare i conti con una sconfitta al primo turno. Marinne Le Pen fa incetta di voti ma si aspetta il secondo turno per il risultato finale. Intanto Macron auspica la formazione di un “fronte unico contro la destra”

Ti consigliamo come approfondimento – Video shock di Vannacci per le elezioni europee: richiamo forte alla “DECIMA MAS”

Elezioni Francia 2024: Macron sconfitto, Le Pen vittoriosa ma è solo il primo turno

elezioni, Elezioni FranciaElezioni Francia 2024 sono un successo d’affluenza. Non accadeva da 40anni che il 65% della popolazione francese si presentasse alle urne. Si tratta solo del primo turno di votazioni. Il secondo è previsto per il 7 luglio. Come pronosticabile la maggior parte dei voti sono confluiti nel partito della Le Pen. La destra raccoglie circa il 33% delle preferenze totali. Jordan Bardella, candidato del partito Rassemblement National, ha datto sapere che una vittoria è molto più che possibile e si propone come “Primo Ministro della coabitazione” nonostante non si tiri indietro dall’attaccare pesantemente i partiti radicali di sinistra. Al secondo posto di questo primo turno di elezioni si piazza l’alleanza tra socialisti, verdi e social-democratici che raccolgono il 28% dei voti. Decisamente sconfitto invece il fronte centrista del presidente uscente Macron che raccoglie solo il 22%

Ti consigliamo come approfondimento – Brexit elezioni europee, esclusi gli italiani residenti fuori dall’UE

Fermare la destra con un “nuovo fronte repubblicano” è possibile

Macron positivo Covid, Elezioni Francia
Dalla pagina Facebook di Emmanuel Macron

Stando ai numeri è evidente come una coalizione tra centro e sinistra potrebbe ribaltare la vittoria della Le Pen al primo turno. Convinti di questo sia il partito di Macron che la sinistra francese. I due poli parrebbero aver deciso di mettersi assieme per sconfiggere l’avversario. Il primo ministro uscente, Gabriel Attal ha fatto per esempio sapere che è disposto anche a ritirare i candidati della propria lista in caso di “triangolari” per favorire la vittoria del candidato più a sinistra. A quanto pare dall’Eliseo il messaggio è chiaro: vincere oppure perdere portandosi con se anche la destra. La stessa linea sembra esser stata sposata anche dal segretario della sinistra radicale. Jean-Luc Melenchon si sarebbe detto anch’esso pronto a ritirarsi  se fosse necessario per impedire al partito della Le Pen di ottenere una maggioranza assoluta