Non può votare al Quirinale perché no vax: deputata minaccia di querelare

0
894
elezioni presidente della repubblica invalidate
Fonte immagini: Quirinale, dalla pagina Facebook ufficiale della Camera dei Deputati; Sara Cunial, YouTube

Elezioni Presidente della Repubblica invalidate da una deputata ex M5S? È ciò che minaccia lei, Sara Cunial, in seguito alla negazione al diritto di voto. La politica è infatti No Vax e, per tale motivo, non ha potuto prendere parte alle prime votazioni.

Ti consigliamo come approfondimento – 12enne aggredito perché ebreo, Nicola Zingaretti (PD): “Vicini alla famiglia”

Elezioni Presidente della Repubblica invalidate? Le parole della deputata

La protesta della deputata Sara Cunial è iniziata subito dopo essere stata fermata all’ingresso del seggio speciale Covid allestito a Montecitorio. “Così si subordina un diritto costituzionale al Green Pass, che è un documento burocratico amministrativo e non può essere usato per subordinare un diritto costituzionale”, ha affermato. Quereleremo chi ci ha negato l’accesso e il Presidente della Camera Fico. Siamo in presenza di un abuso. Non è più concesso a un parlamentare di entrare alla Camera e dare il voto per il Presidente della Repubblica. Per tutti, chi è sano, chi ha il Green Pass, chi è positivo, è possibile farlo. Tutti tranne la sottoscritta. È una norma ad personam. Oggi capita a un parlamentare, in futuro a qualsiasi cittadino!” Ha poi contattato i Carabinieri per un intervento in merito alla scottante questione. “[I Carabinieri] faranno un verbale. Qualcuno dovrà firmare e si assumerà la responsabilità. Tremano perché siamo pronti domani a invalidare tutta l’elezione.”

Ti consigliamo come approfondimento – Eredi Savoia reclamano i gioielli di famiglia custoditi dalla Banca d’Italia: mediazione fallita

Elezioni Presidente della Repubblica: oggi il terzo scrutinio

amadeus lascia sanremo
Amadeus, dal suo profilo Facebook ufficiale

Ci troviamo al terzo giorno di ballottaggio per l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica. Con 672 schede bianche alle prime votazioni e 527 alle seconde, questa sera si procederà con un nuovo tentativo. Oltre alla nota candidatura di Rocco Siffredi, il Quirinale ha inoltre registrato un gran numero di strane proposte allo spoglio. Tra queste vi sono Amadeus (che tra pochi giorni aprirà il palco di Sanremo) e il giornalista Bruno Vespa. Si ricordano anche i nomi di Piero Angela e il figlio Alberto. Poi Alfonso Signorini, Lino Banfi e tanti altri celebri volti italiani.