Napoli, muore per un incidente sul lungomare Elvira Zriba: le immagini fanno il giro del web

0
1176
Elvira Zriba Napoli incidente
Foto tratte dal video pubblicato sulla pagina FB ufficiale del Consigliere Borrelli

Elvira Zriba Napoli incidente, perde la vita a causa di un pirata stradale. Le immagini del video, riprese da alcune telecamere di sorveglianza, fanno il giro del web. La denuncia dei fatti arriva da alcuni suoi colleghi presenti e dal consigliere regionale Emilio Borrelli. Il tutto avviene sul lungomare di Napoli. L’incidente causa la morte della donna 34enne che, nonostante i soccorsi, non è riuscita a sopravvivere. Il mezzo che l’ha travolta ha colpito, dalle immagini, prima lei e poi un’altra vettura parcheggiata. Ora, quelle immagini, sono al vaglio degli inquirenti per ricostruire la vicenda.

Ti consigliamo come approfondimento – Bimba di 4 anni muore in un incidente, sbalzata fuori da un’auto in fiamme

Elvira Zriba Napoli incidente: il racconto dei fatti dalle immagini

Elvira Zriba Napoli incidente
Foto tratte dal video pubblicato sulla pagina FB ufficiale del Consigliere Borrelli

Il video che riprende la morte di Elvira Zriba è abbastanza chiaro. Le immagini sono registrate da alcune videocamere di sorveglianza della zona. Un incidente terribile, documentato. La donna, 34enne, è morta nell’impatto. Era sul lungomare di Napoli per buttare la spazzatura dopo il turno di lavoro. Muore anche lei quindi, così come suo fratello 8 mesi fa, a causa di un incidente stradale. Lei a piedi, suo fratello in bicicletta. Nelle immagini si può chiaramente vedere la donna mentre butta la spazzatura che viene travolta da un pirata della strada. Un impatto per lei fatale che ne causa dunque la morte. Da qui parte così la protesta dei colleghi, uno di questi testimone oculare della vicenda. Assieme a quella del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli. Quest’ultimo chiede giustizia rapida per la donna e una messa in sicurezza immediata del lungomare.

Ti consigliamo come approfondimento-Incidente mortale all’alba a Cavallermaggiore: 17enne in moto perde la vita

Elvira Zriba Napoli incidente: le testimonianze dei colleghi

Elvira Zriba Napoli incidente
Foto tratte dal video pubblicato sulla pagina FB ufficiale del Consigliere Borrelli

Uno dei colleghi di Elvira era proprio lì al momento della morte. Testimone oculare dell’incidente. “Elvira è morta davanti ai miei occhi in via Caracciolo” racconta. “Sul lungomare non è cambiato niente” afferma riferendosi ai pirati stradali. “Ci sono ancora ragazzi che corrono come dei pazzi senza casco e senza rispettare nessun limite” come quello di fermarsi al rosso, oltre che della velocità. “Ho provato a segnalare tutto ciò più volte alla polizia e alla municipale ma nessuno vuole interessarsi di questa cosa” afferma. Intanto però un’altra morte si aggiunge all’elenco di quella via a causa di un incidente stradale. Una situazione che ora è diventata virale grazie al video della morte di Elvira circolata sul web e che forse farà più rumore anche tra le istituzioni. Di fatto, così in parte sembra già essere avvenuto. Il consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, sembra infatti prendersi l’onere di questa battaglia.

Ti consigliamo come approfondimento-Andrea Aiello, 29 anni, morto in un incidente: lo strazio dei colleghi “Brillante e perbene come pochi”

Elvira Zriba Napoli incidente: le parole del consigliere regionale Borrelli

Napoli Pellegrini, Elvira Zriba Napoli incidente
Consigliere Borrelli di Europa Verde

A parlare della vicenda e a denunciare la situazione, per le istituzioni, ci ha pensato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli. “Bisogna fare luce su quanto accaduto” afferma. “Chiediamo inoltre una condanna esemplare per il pirata della strada che ha ucciso Elvira” sostiene. “Soprattutto vogliamo che la giustizia sia rapida e che si intervenga in altrettanto breve tempo per mettere in sicurezza questa zona della città“. Riferendosi al lungomare di Napoli che Borrelli definisce come: “Teatro di sanguinosi incidenti”. Spetterà dunque ora alle istituzioni comunali muoversi affinché questo tratto stradale venga messo in sicurezza. Chissà, magari la morte di Elvira, potrà servire a salvare tante altre vite in futuro.