Emergenza caldo: Asl Napoli 3 potenzia i servizi e consiglia come difendersi

0
845
Emergenza caldo Asl Napoli 3
Dalla pagina Facebook dell'Asl Napoli 3 Sud

Emergenza caldo Asl Napoli 3: in un comunicato stampa l’Asl Napoli 3 Sud dispone il potenziamento dei servizi. Nel comunicato in questione sono stati anche riportati i consigli del ministero della salute su come difendersi dal caldo.

Ti consigliamo come approfondimento-Cane lasciato fuori la terrazza sotto il sole: morto straziato dal caldo

Emergenza caldo Asl Napoli 3: potenziamento dei servizi

Dalla pagina Facebook ufficiale dell’Asl Napoli 3 Sud

Per far fronte all’emergenza conseguente all’ondata di calore di questi giorni l’Asl Napoli 3 Sud ha diffuso un comunicato stampa. L’obiettivo principale è quello di tutelare i pazienti a rischio. Pertanto, in tal senso è stato disposto il potenziamento dei servizi assistenziali ospedalieri e territoriali. In merito, è intervenuto i direttore generale Asl Napoli 3 Sud Giuseppe Russo. Il dott. Russo ha detto: “ Sono stati attivati tutti i possibili strumenti operativi. Sono state attivate  campagne informative, monitoraggi telematici dei pazienti cronici, protocolli d’intesa con i medici ed i pediatri di base. Inoltre, è stata attivata la disponibilità di ambulatori mobili e postazioni 118 nelle aree turistiche. Infine, sono stati attivati percorsi dedicati presso i pronto soccorso degli ospedali aziendali. Il nostro obiettivo è quello di tutelare la salute dei cittadini, soprattutto nei momenti più difficili”.

Ti consigliamo come approfondimento-Consiglio shock dell’OMS: “L’aspartame può causare il cancro nell’uomo!”

Emergenza caldo Asl Napoli 3: consigli del ministero della Salute

Campania dpcm asporto bevande
Ph presa dalla pagina ufficiale del Ministero della Salute

Nel comunicato in questione sono stati riportati anche i consigli del Ministero della Salute su come difendersi dal caldo. Il primo consiglio è quello di non uscire nelle ore più calde. Durante un’ondata di calore, evitare l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde della giornata, tra le 11.00 e le 18.00.  È necessario migliorare l’ambiente domestico e di lavoro. La misura più semplice è la schermatura delle finestre esposte a sud e a sud-ovest con tende e oscuranti regolabili che blocchino il passaggio della luce, ma non quello dell’aria. Efficace è naturalmente l’impiego dell’aria condizionata, che tuttavia va usata con attenzione, evitando di regolare la temperatura a livelli troppo bassi rispetto alla temperatura esterna. Si consiglia di bere molti liquidi. Infatti, bere molta acqua e mangiare frutta fresca è una misura essenziale per contrastare gli effetti del caldo. Moderare l’assunzione di bevande contenenti caffeina, evitare bevande alcoliche.

Ti consigliamo come approfondimento-Sì, in Europa farà sempre più caldo (e questa è una notizia terribile)

Emergenza caldo Asl Napoli 3: altri consigli

Si consiglia anche di fare pasti leggeri. La digestione è per il nostro organismo un vero e proprio lavoro che aumenta la produzione di calore nel corpo. È consigliabile vestire comodi e leggeri, con indumenti di cotone, lino o fibre naturali (evitare le fibre sintetiche). All’aperto è utile indossare cappelli leggeri e di colore chiaro per proteggere la testa dal sole diretto. Proteggere anche gli occhi con occhiali da sole con filtri UV. In auto, ricordarsi di ventilare l’abitacolo prima di iniziare un viaggio, anche se la vettura è dotata di un impianto di ventilazione. Non lasciare mai neonati, bambini o animali in macchina, neanche per brevi periodi. Sarebbe necessari evitare l’esercizio fisico nelle ore più calde della giornata. In ogni caso, se si fa attività fisica, bisogna bere molti liquidi. Per gli sportivi può essere necessario compensare la perdita di elettroliti con gli integratori.

Si consiglia di offrire assistenza a persone a maggiore rischio (come gli anziani che vivono da soli, i lattanti etc.) e segnalare ai servizi socio-sanitari eventuali situazioni che necessitano di un intervento. Negli anziani un campanello di allarme è la riduzione di alcune attività quotidiane che può indicare un peggioramento dello stato di salute. Controlla la temperatura corporea dei lattanti e bambini piccoli, abbassandola con una doccia tiepida e quando possibile aprire il pannolino. Infine, è necessario dare molta acqua fresca agli animali domestici e lasciarli in una zona ombreggiata.