Eriksen parla dall’ospedale dopo il malore: “Io non mollo. Voglio allenarmi”

0
159
eriksen condizioni
Dall'account Twitter di Christian Eriksen

Eriksen condizioni sempre migliori per il calciatore danese, che ha avuto un malore durante la partita di sabato. Resta per ora in osservazione. A rassicurare fuori dall’ospedale il suo agente che ringrazia tutti per l’affetto dato al calciatore. 

Ti consigliamo come approfondimento – Strage ad Ardea: uccisi al parco due fratellini di 5 e 10 anni

Eriksen condizioni: le prime dichiarazioni del calciatore

eriksen condizioni
Dall’account Twitter di Christian Eriksen

Davanti all’ospedale di Rigshospitalet a Copenaghen, tifosi e giornalisti aspettano di ricevere notizie sulle condizioni del calciatore danese. A rilasciare dichiarazioni ufficiali l’agente di Eriksen. Tutti gli esami effettuati sono negativi, così come le analisi del sangue. C’è sollievo, ma resta l’inquietudine di non riuscire ancora a spiegare cosa sia davvero successo. “Ci siamo sentiti stamattina. Ha scherzato. Era di buon umore, l’ho trovato bene. Vogliamo tutti capire cosa gli sia successo, vuole farlo anche lui. I medici stanno facendo degli esami approfonditi, ci vorrà del tempo.” Il calciatore supporterà i suoi compagni dalla sua camera d’ospedale. In una recente videochiamata con i suoi compagni avrebbe dichiarato: “Come state? Mi sa che siete messi peggio di me! Io ora sarei pronto per allenarmi.” 

Ti consigliamo come approfondimento – Diritti tv, calcio nel caos. E Sky deve pagare

Eriksen, il medico della Danimarca: “Era praticamente morto” 

Eriksen condizioni
Dalla pagina Facebook di UEFA EURO 2020

Nonostante il sollievo, resta ancora la paura per la tragedia quasi sfiorata. Il capo dello staff sanitario della squadra parla di un vero e proprio miracolo. “Christian se n’era andato. Praticamente era morto… Era in arresto cardiaco. Non so come abbiamo fatto a rimetterlo al mondo, è successo tutto in maniera così veloce. Io non sono un cardiologo, non posso scendere nei dettagli, per quello ci sono gli specialisti, esperti della materia.” Una vera causa che possa quindi giustificare un malore tanto grave non è ancora stata trovata. “Non c’è ancora una dinamica certa su quanto accaduto ed è questo è uno dei motivi per cui è ancora in ospedale. È per scoprire cosa è successo”. Così conclude il medico della nazionale danese. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × 1 =