Orrore a Mariupol: i Russi utilizzano i forni crematori per nascondere i morti

0
131
Esercito Russo forni crematori
Fonte Fanpage.it

Esercito Russo forni crematori utilizzati per nascondere il numero di vittime civili. La notizia è stata trasmessa dai servizi segreti russi e confermata da alcuni politici, come il sindaco di Mariupol. Interventi in merito anche di un consigliere di Zelensky e dello stesso presidente dell’Ucraina.

Ti consigliamo come approfondimento-Ucraina, i soldati russi torturano e violentano molte donne e bambini

Esercito Russo forni crematori: orrore da Mariupol

Fonte Fanpage.it

Secondo alcune indiscrezioni l’esercito russo avrebbe iniziato ad usare forni crematori in Ucraina per nascondere il numero delle vittime civili. Infatti, alcuni giornalisti locali hanno riferito di aver visto vittime civili cremate nella città di Mariupol. L’indiscrezione è stata resa nota dai servizi segreti ucraini. In merito è intervenuta la vicepremier ucraina, Iryna Vereshchuk. La Vereshchuk ha detto: “”Ci hanno detto che la Russia cerca di nascondere i propri delitti e per questo sta usando forni crematori mobili a Mariupol per bruciare i cadaveri delle nostre donne e bambini. Gli stessi forni crematori li sta usando anche per il proprio esercito. Li hanno portati dalla Crimea e li stanno usando anche per bruciare i propri soldati, di modo che non li vedano in Russia, immaginate se dovessero vedere migliaia di cadaveri che tornano in patria”.

Ti consigliamo come approfondimento-Ucraina, un genocidio a Bucha: sconvolto il mondo, è crimine di guerra

Esercito Russo forni crematori: conferme da Mariupol

Donne violentate soldati russiRiguardo alla situazione è intervenuto anche il sindaco di Mariupol, Vadym Boychenko. Il sindaco ha detto: “La Russia brucerebbe i cadaveri per nascondere le prove di atrocità paragonabili al massacro di Bucha. Secondo le sole stime preliminari, nel mese di occupazione a Mariupol sono morte cinquemila persone, di cui circa 210 bambini. I russi hanno trasformata la nostra città in un campo di sterminio. Questa non è più la nuova Cecenia o Aleppo. Questa è la nuova Auschwitz e Majdanek”. Alcuni testimoni oculari avrebbero confermato questa orribile indiscrezione. In un comunicato ufficiale del Consiglio Comunale di Mariupol si legge: “l’esercito di Mosca ha reclutato “terroristi locali” e di Donetsk per raccogliere e bruciare i corpi. Ecco perché la Russia non ha fretta di dare il via libera alle iniziative per salvare ed evacuare completamente Mariupol. Inoltre, i russi stanno cercando di identificare tutti i potenziali testimoni delle atrocità per eliminarli.”

Ti consigliamo come approfondimento-Ucraina, centinaia di bambini morti e donne stuprate: il drammatico bilancio della guerra

Esercito Russo forni crematori: commento di Zelensky

Putin nucleare
Il presidente ucraino Volodymyr Zelens’kyj

La notizia è stata anche commentata dal consigliere di Zelensky, Podolyak. Quest’ultimo ha detto: “Evoluzione della propaganda russa. Prima sono entrati per “liberare” gli ucraini dai nazisti. Ora dicono che la maggior parte degli ucraini sono nazisti e dovrebbero essere puniti. Crematori mobili, fosse comuni, omicidi etnici nel centro dell’Europa. Scusaci, signor Churchill, il mondo sta andando di nuovo a rotoli.” In merito è intervenuto anche il presidente Zelensky: “Penso che la Russia abbia paura del fatto che se inviamo con successo aiuti umanitari a Mariupol. Il mondo intero vedrà cosa sta succedendo qui. Mosca non vuole che si veda nulla finché non prenderà il controllo della città. Mariupol è l’inferno in questo momento. In migliaia sono stati uccisi o feriti. Stanno cercando di nascondere la situazione. Non saranno in grado di seppellire o nascondere migliaia di persone. Il mondo ha visto la situazione reale”

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro − 1 =