Palestinesi in fuga verso sud dopo avvertimenti esercito israeliano

0
440
Esodo Gaza, Strage ospedale, Israele accelera operazione Gaza

Esodo Gaza: migliaia di palestinese in fuga verso sud dopo che l’esercito Israeliano ha avvertito che la zona nord della striscia sarà zona di operazioni militari. Hamas asserisce che si tratti di mera propaganda.

Ti consigliamo come approfondimento- Guerra tra Hamas e Israele, in arrivo nuova stangata energetica: aumenti per gas e benzina

Esodo Gaza, palestinesi in fuga avvertiti dall’esercito israeliano

Esodo GazaEsodo Gaza. Settimo giorno di guerra tra Hamas e Israele. Migliaia di persone hanno lasciato le proprie abitazioni a Gaza City per dirigersi a sud in seguito agli avvertimenti dell’esercito israeliano. I militari fanno sapere che la zona nord sarà vittima di un’operazione militare. Si tratta di una marcia di oltre 10 km intrapresa dalle famiglie palestinesi. Chi non dispone di mezzi sta procedendo a piedi con i bagagli in spalla. Medici e infermieri resteranno nella zona di pericolo. Mancano però soluzioni adeguate per il ricovero dei feriti. Hamas invita la popolazione a non muoversi. Il gruppo terrorista definisce l’annuncio dei militari d’Israele come “Propaganda”. Pesanti bombardamenti israeliani hanno colpito nella notte la Striscia di Gaza. Colpiti 750 obbiettivi militari tra cui dei tunnel sotterranei di cui si serviva Hamas.

Ti consigliamo come approfondimento- Nuovo capitolo della guerra secolare tra Israele e Palestina

Il fronte Israeliano

Esodo GazaIsraele afferma di aver sganciato in sei giorni oltre 6000 bombe sugli obbiettivi di Hamas a Gaza. Colpiti quasi 4000 obbiettivi in totale. Nell’attacco di questa notte colpite postazioni militari di Hamas, residenze di esponenti del movimento terrorista, sale di comunicazione e magazzini di stoccaggio di armi e proiettili

Ti consigliamo come approfondimento- Guerra Israele-Gaza, attacco aereo devasta città. 24 morti, di cui 9 bambini

Il fronte Hamas

Esodo GazaHamas ha rivendicato il lancio di 150 razzi su Ahkelon nel sud di Israele dopo che l’esercito avversario ha diffuso gli avvertimenti. I terroristi in seguito agli attacchi subiti avrebbero ucciso 13 ostaggi tra cui alcuni stranieri. Notizie più recenti parlano di un bombardamento intenso contro l’aereporto israeliano “Ben Gurion”. La situazione resta dunque tesa e sanguinosa in medio oriente. Il conflitto pare destinato ad allargarsi. Poco fa l’indiscrezione di un attacco islamico in una scuola in Francia. Restiamo in attesa di aggiornamenti