Ombrelloni salatissimi: il Covid-19 fa male all’estate italiana

0
242
Estate 2020

Il Covid-19 ha segnato profondamente la nostra primavera e sta inevitabilmente influenzando anche questa Estate 2020. Distanziamento, mascherine e sanificazioni hanno avuto un forte impatto in ogni ambito. Anche il turismo non è stato risparmiato. In particolar modo, i cambiamenti strutturali imposti agli stabilimenti balneari hanno determinato nuovi costi e mancati guadagni rispetto agli anni precedenti.

Ti consigliamo questo approfondimento – Bonus campi estivi 2020: al via le domande. Ecco come ottenerlo

Estate 2020: l’indagine di Altroconsumo

Estate 2020Riportiamo di seguito i risultati di una recente indagine di Altroconsumo. La grande organizzazione indipendente, impegnata da oltre 40 anni nella tutela dei consumatori italiani, ha realizzato un’inchiesta. L’obiettivo era scoprire quali sono stati i cambiamenti strutturali e tariffari nei lidi italiani alla luce delle nuove linee guida dello scorso 25 maggio. Queste ultime sono state decise durante la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, sulla base delle indicazioni nazionali.

L’indagine è stata svolta tra il 3 e il 10 giugno. Sono stati intervistati 117 stabilimenti balneari di 7 località turistiche:

  • Litorale Palermitano (Sicilia);
  • Anzio (Lazio);
  • Finale Ligure (Liguria);
  • Castiglione della Pescaia (Toscana);
  • Cervia (Emilia Romagna);
  • Penisola Sorrentina (Campania);
  • Porto Recanati (Marche).
Ti consigliamo questo approfondimento – Bandiere Blu 2020: la Campania è ancora regina del Sud

Estate 2020: no al plexiglass, sì al distanziamento

Estate 2020In primo luogo, è stato chiesto ai gestori intervistati quali sono state le misure di protezione e sicurezza adottate. Ecco uno schema sintetico dei comportamenti attualmente in uso:

  • Nessuno ha istallato i divisori in plexiglass, ma in tutti i lidi è rispettata la distanza di minimo 10mq tra gli ombrelloni;
  • Ai clienti è permesso non indossare la mascherina sotto l’ombrellone, ma è obbligatoria al bar della spiaggia o quando ci si avvicina ad altre persone;
  • In alcune strutture è stata chiusa l’area giochi per i bambini, in altre l’ingresso è stato contingentato;
  • In alcuni lidi non è possibile ricevere ospiti esterni allo stabilimento (e alcuni di essi non lo consentivano neanche in precedenza).
Ti consigliamo questo approfondimento – Solstizio d’estate: il giorno più lungo dell’anno tra storia e leggenda

Tariffe in aumento

Estate 2020Oltre alla perdita di molte postazioni dovuta al distanziamento sociale, vanno considerati i costi per le sanificazioni, il gel igienizzante e l’inserimento di segnaletiche sulla spiaggia e nei bar. Tutti questi provvedimenti hanno comportato delle variazioni sui costi.
Altroconsumo ha quindi chiesto ai gestori quali sono le tariffe praticate per il mese di agosto per un ombrellone e due lettini, per confrontarle con quelle dell’anno precedente. L’incremento tariffario medio calcolato è del 5% per l’abbonamento mensile, del 15% per il settimanale e del 12% per il giornaliero.

Secondo la media della variazione annuale dei costi di ogni località balneare riportata da Altroconsumo, si riscontra un aumento medio del:

  • + 32% Penisola Sorrentina;
  • + 16% Finale Ligure;
  • + 14% Anzio;
  • + 9% Castiglione della Pescaia;
  • + 8% Cervia;
  • + 7% Porto Recanati;
  • + 1% Litorale Palermitano.

Bisogna considerare, però, che lo studio prende in considerazione il solo mese di agosto e quindi le intenzioni future più che quelle attuali. Inoltre, si basa su un campione di strutture, per cui è probabile che ci siano casi in cui non si sono verificati i sopracitati aumenti. Tuttavia, l’indagine è utile per avere un’idea generale dei costi delle vacanze al mare per l’estate 2020.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here