“La felicità abita qui”: Vico Equense celebra Gaetano Filangieri

0
704
vico equense Mare

Tra i tanti che si sono fatti sedurre dalla bellezza della splendida Vico Equense, c’è stato anche l’insigne filosofo e giurista Geatano Filangieri (Leggi anche – Golfo Pulito, Napoli incontra Venezia per la salvaguardia del mare). È a lui, infatti, che è dedicata la kermesse “La felicità abita qui”, nel mese di maggio. La rassegna è promossa dalla Pro Loco Vico Equense, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, l’Accademia Filangieriana, l’Istituto Alberghiero De Gennaro, l’Associazione commercianti ACOVE e l’Associazione Surrentum.

Gaetano Filangieri, cittadino illustre di Vico Equense

vico equenseGaetano Filangieri si trasferì a Vico Equense, già residenza della sorella, incantato dagli splendidi paesaggi e dal mare cristallino. Amò tanto il paese che vi restò fino alla sua morte. Non è un caso che la kermesse “La felicità abita qui” sia ispirata a lui. Egli fu uno dei primi a riflettere, nel contesto italiano, sul tema della ricerca della felicità e della sua relazione con i diritti dell’uomo.

Il suo concetto di “diritto alla felicità” è pacificamente compatibile con Vico Equense. Il borgo, infatti, è un esempio di armoniosità della natura, dal punto di vista estetico e contenutistico. I frutti qui prodotti sono ricercati dagli chef, che ne esaltano il gusto e la bontà, attraverso un connubio tra innovazione e tradizione.

Leggi anche: Maggio dei Monumenti, XXV edizione: Napoli in festa per il “diritto alla felicità”

Vico Equense e la ricerca della felicità

Vico EquenseLa kermesse consiste in una serie di appuntamenti che avranno luogo nel mese di maggio. Ci saranno convegni, visite guidate, cene e molto altro.

Il convegno itinerante “I luoghi della felicità” si svolgerà venerdì 10 maggio, alle ore 18:30. Si partirà dalla sala delle Colonne della SS. Trinità e Paradiso, per concludersi presso la chiesa dell’Annunziata.

Le visite guidate attraverseranno i luoghi della felicità dove Filangieri ha vissuto. Avranno luogo alle 18:30 dell’11, 16, 24 e 31 maggio, e il 17 su prenotazione. Il costo è di 5€, gratuito il giorno 16.

Le cene si svolgeranno alle 20:30 del 10 e del 16 maggio, presso l’Istituto Alberghiero De Gennaro. Condividere i piaceri della tavola rientra senza dubbio nel concetto di felicità. Vico EquensePer questo, gli aspiranti chef dell’Istituto hanno individuato un menù che renderà felici tutti i palati. Le proposte partono da prodotti del territorio e della ricette della tradizione.

I commensali potranno gustare un aperitivo di benvenuto, composto da pasta cresciuta nella sua tradizione, montanara, pasta con ciurilli, crocchette di patate, tarallo con cagliata sale e pepe, pizza fritta con lardo, patate e cipollotto e casatiello del ‘700. Seguiranno due antipasti: una minestra di zucchine con i suoi fiori e un uovo cotto a 64°, con trucioli di pane alle erbette. Il primo piatto consiste nella pasta e patate della nonna; il secondo in un brasato di manzo con carciofi e affumicato di Arola, cipolla novella, patate e bietola al salto. A conclusione, il dessert: “la pasta… di ieri”. Il costo è di 25€.

Per ulteriori info: info@prolocovicoequense.it; Pagina FB: Pro Loco Vico Equense.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

8 + uno =