Festival di Venezia ai tempi del Covid: l’Italia riparte dal cinema

0
213
Festival di Venezia

Il Festival di Venezia 2020 sarà sicuramente tra i più ricordati nella storia. Spettatrice e protagonista di un periodo d’incertezza per tutta l’Italia e non solo – a causa del Coronavirus – la 77esima Mostra del Cinema è iniziata ieri, 2 settembre 2020, e continuerà fino al 12 settembre. Organizzata dalla Biennale di Venezia sotto la direzione di Alberto Barbara, avrà quest’anno come madrina Anna Foglietta, che – dopo la presentazione della classica serata inaugurale – condurrà l’evento per l’assegnazione dei premi del 12 settembre. A presiedere la giuria come Presidente sarà invece l’attrice australiana premio Oscar Cate Blanchett. La cerimonia d’apertura del Festival di Venezia è stata trasmessa nelle sale cinematografiche italiane dopo le 19:00 di ieri.

Ti consigliamo come approfondimento – Picentia Short Film Festival 2020, proclamati i finalisti della quarta edizione

Festival di Venezia: le regole anti-Covid

Festival di VeneziaTra regole e divieti, il Festival di Venezia rappresenta quest’anno un simbolo di speranza e ripartenza. Ma cos’è cambiato rispetto agli anni precedenti? Innanzitutto, i presenti non potranno assistere alle bellezze del classico red carpet sfavillante. Un muro bianco divisorio separa il Festival dalla città, in modo da evitare assembramenti e conseguenti focolai. Ad ogni modo, i visitatori potranno osservare le immagini (in differita) su uno schermo gigante posizionato poco lontano dal Festival.

Ti consigliamo come approfondimento – Netflix gratis arriva anche in Italia: ecco come vederlo e i titoli disponibili

Le vere norme sono però all’interno della Mostra. Per entrare al Lido di Venezia bisogna infatti superare ben sette varchi, tutti con i classici scanner termici per il controllo della temperatura. Chiunque superi i 37,5 gradi dovrà ovviamente ritornare su suoi passi, e forse passare dal Festival alla quarantena. Bisogna inoltre fare un test preventivo e – se negativo – farne un altro appena arrivati all’evento. Tutti dovranno essere rigorosamente in mascherina durante le proiezioni, che saranno molte di più: la capienza delle sale è stata piuttosto ridimensionata per garantire il distanziamento fisico dei partecipanti.

Ti consigliamo come approfondimento – Lady Gaga domina gli Mtv Awards con look e mascherine stravaganti

L’intervento della madrina

Festival di VeneziaLa madrina del Festival, Anna Foglietta, emozionata ma al contempo determinata per il delicatissimo ruolo che le è stato affidato, guarda al lato positivo delle cose. Per l’attrice la 77esima edizione del Festival di Venezia va considerata come un “anno zero“. Questo perché può rappresentare un simbolo di ripartenza, che tutta l’Italia dovrà affrontare. “Noi di Venezia – annuncia la Foglietta a tutto il Paese – abbiamo questa responsabilità: essere una sorta di immagine, che dice alla gente ‘tranquilli, si può fare, ce la possiamo fare’“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here