Sanremo zona rossa per tutta la settimana del Festival

0
135
sanremo zona rossa

Sanremo zona Rossa. Da lunedì primo marzo la Liguria tornerà in zona gialla di rischio Covid, escluse però Ventimiglia, Sanremo e i comuni limitrofi. La conferma è arrivata dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, a seguito di un colloquio con il ministro Speranza.

Ti consigliamo come approfondimento – Sanremo si fa! Quarantena per i positivi e tutte le regole del Festival

Sanremo Zona Rossa, annuncio del governatore Toti

amadeus lascia sanremo
Giovanni Toti, dal suo profilo Facebook

Durante le serate del Festival vi sarà una stretta anti-Covid. Ad annunciare tale decisione è stato il governatore della Liguria Giovanni Toti che ha firmato l’ordinanza. Il blocco riguarda non solo Sanremo ma anche Ventimiglia e i comuni limitrofi. La decisione è stata presa per limitare l’ondata del virus proveniente dalla vicina Francia. Non si tratta di una vera e propria zona rossa, che consisterebbe in altre restrizioni, ma nel distretto di Sanremo e Ventimiglia ci saranno maggiori regole, anche se da lunedì la Liguria passerà in zona gialla.

Ti consigliamo come approfondimento – Sanremo 2021, primo contagio tra i concorrenti: tutta la band in quarantena

Sanremo Zona Rossa, i protocolli da seguire nella città

FESTIVAL SANREMO 2019 sanremo 2021, sanremo 2021 proposta discografici

Queste le regole:

  • Divieto di stazionamento, dalle ore 8:00 alle 14:00, nella zona antistante il teatro Ariston e di transito pedonale
  • Dalle 14 a fine Festival tranne per chi deve recarsi in un negozio di quell’area;
  • Divieto di assembramento vicino ad alberghi e altre strutture ricettive cittadine, che ospiteranno cantanti e artisti.

I ristoranti vicini all’Ariston dediti al servizio mensa per il personale della rassegna musicale sono chiusi al pubblico. Restano, inoltre, sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale e spazi chiusi e anche all’aperto. Vi è inoltre il divieto di ogni attività musicali o di intrattenimento in aree pubbliche o aperte al pubblico e in aree private visibili dal pubblico. Eventuali riprese radiofoniche o televisive itineranti, in aree pubbliche o aperte al pubblico, sono autorizzate soltanto nel rispetto delle misure di sicurezza.  I responsabili degli alberghi e delle strutture ricettive dovranno controllare il rispetto delle disposizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

15 + 19 =