Figlie no-vax vietano trasfusione a padre 90enne: “No sangue di vaccinati”

0
163
figlie no vax

Figlie no vax vietano una trasfusione di sangue al padre ultranovantenne ricoverato. Il motivo? La paura che si tratti del sangue di un vaccinato. Nonostante le rassicurazioni dello staff medico le figlie non hanno cambiato idea e non hanno permesso la trasfusione. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Pregliasco sui vaccini Covid-19: “L’immunità di gregge non si raggiungerà”

Figlie no vax rifiutano il sangue dei donatori 

Italia zona rossa operatrice novax positiva vaxzevria vaccino astrazeneca, contratto ue astrazeneca, figlie no vax È successo a Rimini alcuni giorni fa. Un uomo di circa 90anni si trova ricoverato all’ospedale degli Infermi. L’uomo presentava un quadro clinico preoccupante e non molto stabile. Quando la sua equipe medica ha avvicinato le figlie dell’uomo per spiegare i prossimi passi da compiere per salvare la vita del padre, sono iniziate le lamentale. Alla necessità dichiarata dai medici di effettuare il prima possibile una trasfusione del sangue, le figlie si sono opposte. “Non date sangue di vaccinati a nostro padre.” Quando il medico curante ha tentato di spiegare che le donazioni del sangue erano anonime ma completamente sicure, le donne si sono opposte. Così non è stato possibile effettuare la trasfusione. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Scandalo vaccini dei VIP, Meluzzi: “A loro li fanno falsi”. È fake news?

Figlie no vax: la rabbia dei medici 

Nuovo lockdown, figlie no vax
Dalla pagina Facebook ufficiale di Roberto Burioni

La notizia in poco tempo è iniziata a circolare creando non poco dissenso. Il medico Roberto Burioni la commenta furiosamente sul proprio account Twitter. “Siamo alla follia. Pura follia.E ci rimettono come sempre i più deboli.” Ad esporsi sull’infondata paura delle due donne e sull’assoluta sicurezza delle trasfusioni è anche Vincenzo De Angelis, il direttore del Centro Nazionale Sangue. “Sostenere teorie che mettono in dubbio la sicurezza delle trasfusioni è pericoloso. Oltretutto in un periodo in cui si registrano carenze di sangue. Potrebbe allontanare dalla donazione persone che invece sarebbero interessate. Ribadisco che il sangue dei vaccinati è esattamente identico a quello dei non vaccinati. Si può donare, e ovviamente ricevere, in completa sicurezza.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

undici + sette =