Filippo incontra i genitori dopo l’interrogatorio in carcere

0
156
Filippo Turetta indagato
Dal profilo Instagram del presidente del Veneto Zaia

Filippo incontra genitori in carcere. E’ la prima volta che Turetta incontra la madre ed il padre dopo l’omicidio di Giulia Cecchettin. I coniugi Turetta avevano rifiutato di andarlo a trovare già in altre occasioni. Abbracci e lacrime durante l’incontro avvenuto dopo un interrogatorio lungo 9 ore.

Ti consigliamo come approfondimento- Terminato l’interrogratorio di Filippo Turetta, si sarebbe avvalso della facoltà di non rispondere

Filippo incontra genitori in carcere: lacrime e abbracci del 21enne

napoli madre uccisa, Filippo incontra genitoriFilippo incontra genitori in carcere. Dopo essere stato rimandato in più occasioni nella giornata di ieri è avvenuto l’incontro tra Filippo Turetta e i suoi genitori. Il 21enne non vedeva la sua famiglia dal giorno della fuga. L’incontro poteva già avvenire mercoledì scorso ma saltò. I coniugi Turetta non erano pronti per vedere loro figlio. Il colloquio è durato un’ora. Secondo una fonte del carcere l’incontro è iniziato con un abbraccio e alla fine Filippo è apparso più sollevato. Sempre nella giornata di ieri è avvenuto l’interrogatorio di Filippo che si è dichiarato sostanzialmente colpevole e pronto a scontare la pena. La difesa della famiglia Cecchetin lavora per dimostrare la premeditazione del delitto. Per gli inquirenti resta ancora un dubbio. Non si sarebbe ancora capito se Giulia sia stata colpita mentre scappava o se si trovasse già in auto.

Ti consigliamo come approfondimento- Il padre di Filippo scrive al papà di Giulia: “Mio figlio dovrà pagare”

L’interrogatorio di Filippo è durato nove ore

Nonna Giulia Cecchettin, Filippo incontra genitoriL’interrogatorio di Filippo Turetta è durato 9 ore e si è svolto davanti al pm di Venezia. Filippo è stato definito esaustivo e per questo non sono stati programmati ulteriori interrogatori. Il giovane ha descritto il delitto come un’azione d’impeto non premeditata. Gli inquirenti stanno lavorando per riuscire a confermare o smentire la ricostruzione del ragazzo. Intanto la Fiat Grande Punto sulla quale Turetta è fuggito per poi essere arrestato a Lipsia si trova ancora in Germania. Tornerà in Italia solo dopo il 10 dicembre. Nell’auto è stato ritrovato anche un telefono. Ricordiamo a tutti che i funerali di Giulia si terranno martedì 5 dicembre alle ore 11 nella basilica di Santa Giustina in Prato della Valle a Padova. Per l’occasione sono attese più di 10mila persone per questo saranno istallati anche dei maxischermi per permettere alle persone che resteranno fuori la basilica di poter assistere alla celebrazione.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × 1 =