Femminicidio Giulia Cecchettin, confermata premeditazione e crudeltà a Filippo Turetta: rischia l’ergastolo

0
137
Filippo Turetta indagato
Dal profilo Instagram del presidente del Veneto Zaia

Filippo Turetta ergastolo sarebbe la pena che rischia l’ex fidanzato di Giulia Cecchettin, che ha rapito e ucciso la ragazza a pochi giorni dalla sua laurea. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Chef Rubio aggredito davanti alla sua casa: “Mafia sionista. Responsabili tutti”

Filippo Turetta ergastolo: la conferma della premeditazione e crudeltà 

Nonna Giulia Cecchettin, Filippo incontra genitori, Funerali Giulia Cecchettin, Filippo turetta ergastolo Si è conclusa ufficialmente l’indagine ai danni di Filippo Turetta per il femminicidio di Giulia Cecchettin. Oltre all’accusa di omicidio volontario pluriaggravato, il giudice ha riconosciuto a Turetta l’aggravante per premeditazione e crudeltà. Questi insieme ai già confermati aggravanti di sequestro di persona, occultamento di cadavere e stalking potrebbero comportare a Turetta la condanna all’ergastolo. In attesa del processo Filippo Turetta è nel carcere di Verona in cui è stato trasferito dopo il suo arresto in Germania dove cercava di scappare. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Oggi, simulazione di IT-Alert su come comportarsi dopo un maremoto causato da un sisma

Filippo Turetta ergastolo: l’attesa del processo 

ex fidanzati macchina, Filippo turetta ergastolo
dal profilo X di Emergenza24

Per l’imputazione di omicidio pluriaggravato premeditato, Turetta non potrà chiedere il rito abbreviato. Si attende ora la data per ò’udienza preliminare. “Ci saranno i tempi tecnici necessari alla difesa per controllare, vedere, compulsare il fascicolò processuale, che è rivelante. Ci sono tutte le consulenze che dovranno essere valutate, anche se sono state fatte con la partecipazione della difesa fin dall’inizio. Fatto questo penso che i tempi saranno brevi”. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Femminicidio a Parma, uccide la moglie a fucilate poi chiama il 112: “Venite l’ho ammazzata”

Filippo Turetta ergastolo: l’aggravante della premeditazione e crudeltà 

antonio branni, Filippo turetta ergastolo Le oltre 75 coltellate e l’occultamento di cadavere avrebbero spinto il giudice ad aggiungere l’aggravante di crudeltà a danni di Turetta. Inoltre il coltello portato all’appuntamento insieme al nastro adesivo per legare Cecchettin e alla stesura di un percorso tra le montagne per scappare dopo l’omicidio avrebbero convinto il giudice per la premeditazione dell’omicidio.