Frenata automatica obbligatoria dal 2020: auto più sicure?

0
130
frenata automatica

La frenata automatica entrerà in vigore nel nuovo regolamento sui veicoli a partire dal 2020. I costruttori dovranno equipaggiare auto e veicoli leggeri con questo sistema (chiamato AEB) che diventerà così “di serie”. (Leggi anche – Stop all’inquinamento delle auto). La frenata automatica arresta automaticamente il mezzo in caso di pericolo o ostacolo improvviso. Secondo le stime della Commissione Europea, l’AEB obbligatorio contribuirà a salvare oltre 1.000 vite all’anno nell’Unione Europea.

Frenata automatica: un sistema che salverà milioni di vite

Il regolamento della frenata automatica è stato approvato da più di 40 Paesi.frenata automatica Lo ha reso noto la Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite (Unece), ricordando che questo sistema contribuirà a ridurre significativamente le vittime della strada. Infatti nella sola Unione Europea, nel 2016 sono stati registrati oltre 9.500 decessi, pari al 38% delle vittime totali. Uno studio condotto da Euro Ncap (il programma europeo che valuta il livello di sicurezza delle nuove auto) e dall’Australian Ncap, riferisce l’Unece, ha concluso che i dispositivi AEB hanno portato a una riduzione del 38% degli incidenti a basse velocità. I sistemi AEB diventeranno quindi obbligatori per tutte le nuove auto immatricolate a partire dal 2022. Ciò significherebbe che, in Europa, circa 15 milioni di nuove auto all’anno saranno dotate del nuovo sistema. (Leggi anche – In auto a ognuno la sua musica).

Frenata automatica: ecco il nuovo regolamento

Il nuovo regolamento imporrà requisiti rigorosi e internazionalmente armonizzati per frenata automatical’uso della frenata automatica. Stabilirà inoltre requisiti di prova a diverse velocità e sarà applicabile a tutti i veicoli commerciali leggeri. La maggior parte dei sistemi esistenti dovrà quindi essere aggiornata per soddisfare requisiti più severi. Al fine di sfruttare i benefici salvavita di tali sistemi per tutti gli utenti della strada, l’AEB continuerà a essere aggiornato per prevenire collisioni con i pedoni in una più ampia gamma di contesti. Saranno inoltre definiti i requisiti per rilevare e ridurre il rischio di collisione con i ciclisti, molto più difficili da rilevare rispetto ai veicoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here