Torre del Greco, centinaia di persone presenti al funerale di “Giovannone”

0
149
Funerale Giovanni Guarino

Funerale Giovanni Guarino: è stato celebrato oggi il funerale del giovane di 18 anni ucciso a Torre del Greco. Al funerale hanno partecipato centinaia di persone, tra conoscenti e amici della vittima. In merito alle violenze urbane è intervenuto anche l’Arcivescovo di Napoli Battaglia.

Ti consigliamo come approfondimento-Napoli, le ultime parole di Giovanni Guarino: “Guarda cosa mi ha fatto!”

Funerale Giovanni Guarino tenuti oggi a Torre del Greco

Funerale Giovanni GuarinoOggi a Torre del Greco si è tenuto il funerale di Giovanni Guarino ucciso qualche giorno fa in un luna park. Il ragazzo di 18 anni, ricordiamo, è stato accoltellato la sera del 10 aprile dopo una lite per futili motivi in un luna park. Fuori dalla chiesa subito dopo pranzo c’erano centinaia di persone in attesa di poter entrare in chiesa. Il ragazzo e la famiglia erano conosciuti in città ed erano molto stimati. All’esterno della chiesa sono stati posti striscioni e palloncini blu e bianchi. All’uscita del feretro sono stati esplosi dei fuochi d’artificio e cori. Alcuni ragazzi indossavano magliette con la scritte “Gigante-buono” e “Giovannone”, i soprannomi con i quali il giovane ragazzo era conosciuto. L’omelia del parroco è stata molto dura: “Il vero problema sono i modelli diseducativi dei mass-media. Ci sono ragazzi che crescono a pane e Gomorra. Il risultato è questa violenza assurda.”

Ti consigliamo come approfondimento-Napoli, rissa al Luna Park finisce in tragedia: un ragazzo morto e uno ferito

Funerale Giovanni Guarino: commenti di amici e parenti

13enne muore, brucia fratello, 12enne malore, salerno 13enne muore, Paolo Calissano muore, 14enne muore, libero de Rienzo, 15enne morto SoccavoAlcuni parenti e amici hanno commentato l’aggressione del giovane di 18 anni. Il cugino ha detto: “Si volevano mettere in mostra uccidendo mio cugino. Mio cugino che se solo lo guardavi un po’ iniziava a scappare. Giovanni dove vedeva il casino, prendeva e se ne andava. Secondo me è stato provocato. Lui si voleva difendere. Hanno ucciso pure noi insieme a lui. Lui e Nunzio erano molto amici. Le giostre di via Leopardi sono un luogo per farsi vedere dalle ragazzine. Sono un luogo d’incontro. Quella sera, invece, è diventato un incontro per uccidere.” Un amico invece sostiene che hanno aggredito lui solo perché fisicamente era grosso. Ha parlato anche la madre dell’altro ragazzo ferito nell’aggressione. La donna ha detto: “Mio figlio ha una ferita sotto al cuore. Speriamo che vada tutto bene, erano amici del cuore, mi dispiace tantissimo.”

Ti consigliamo come approfondimento-Salerno, rissa sul lungomare e due accoltellati: sono 15 i minori arrestati

Funerale Giovanni Guarino: intervento dell’arcivescovo di Napoli

Dalla pagina Facebook della Chiesa di Napoli

L’ Arcivescovo di Napoli, mons. Battaglia, nel suo messaggio pasquale ha detto: “Diamo seguito alle consegne di Gesù se vinciamo la stanchezza. L’assuefazione alla violenza, anche a quella che ancora insanguina le nostre strade e devasta i cuori di tanti giovani. La camorra nelle sue varie forme. La rassegnazione che si nasconde sotto le vesti della sapienza, ma che tale non è. Quando si sentenzia: ‘Ma chi te lo fa fare? Tanto non cambia nulla’, nulla mai cambierà. Non è questa la vera sapienza non è stata quella di Gesù. Con il dono della sua vita e la sua risurrezione ha dimostrato che ogni atto di amore ha il suo immenso valore. Ogni goccia di sangue è sempre lì nei luoghi dove è stata versata e reclama attenzione, rispetto e grida verso di lui. Ciò vale come monito perenne a che una cosa del genere non succeda mai più.”

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 + 17 =