GameScent, un nuovo dispositivo che permette di sentire gli odori dei film e dei videogiochi

0
191
GameScent odori film videogiochi

GameScent odori film videogiochi: creato un dispositivo innovativo che aggiunge l’olfatto all’esperienza videoludica. Utilizzando un’intelligenza artificiale, traduce l’audio del gioco in odori come polvere da sparo e pioggia. A un prezzo accessibile, potrebbe rivoluzionare il modo in cui percepiamo i videogiochi, se riuscirà a imporsi sul mercato.

Ti consigliamo come approfondimento-Un uomo si vaccina oltre 200 volte contro il Covid-19: si tratta di una rivoluzione immunitaria?

GameScent odori film videogiochi oltre all’audio

Xbox series x
foto da: Games Mix

Immagina di essere immerso in uno scontro a fuoco frenetico in Call of Duty quando, all’improvviso, le narici vengono pervase dall’odore di polvere da sparo. Questa è l’esperienza che promette di offrire GameScent. Si tratta di un dispositivo innovativo che mira a coinvolgere anche il senso dell’olfatto nei videogiochi. GameScent è un dispositivo che trasforma l’esperienza videoludica aggiungendo una dimensione sensoriale fino ad ora inesplorata: l’odore. Grazie a un’intelligenza artificiale avanzata, il dispositivo è in grado di catturare l’audio del videogioco in tempo reale e tradurlo in una varietà di odori. In questo modo offre agli utenti una nuova forma di coinvolgimento sensoriale. Attualmente, GameScent è in grado di emettere odori come pioggia, foresta, ruote sull’asfalto, tempesta e polvere da sparo. Tuttavia, il team di sviluppo prevede di espandere la gamma di aromi disponibili. Sarebbero previsti aggiornamenti futuri che includeranno odori come oceano, erba appena tagliata, zombie e sangue.

Ti consigliamo come approfondimento-Professore di arte vende online i disegni degli studenti senza il loro consenso

GameScent odori film videogiochi: tentativo precedente

Inoltre, alcuni potrebbero essere preoccupati per l’odore residuo che potrebbe impregnare l’ambiente. L’intelligenza artificiale integrata è in grado di neutralizzare gli odori dopo ogni sessione di gioco. L’esperienza dei videogiochi sta vivendo una vera e propria rivoluzione sensoriale, con GameScent. Si aggiunge a una serie di stimoli coinvolgenti, come l’interazione a schermo, la vibrazione dei controller e l’audio 3D delle cuffie. Inoltre, il dispositivo è compatibile con visori VR per la realtà virtuale. In questo modo sarà permesso agli utenti di immergersi completamente nel mondo del gioco. C’è stato un precedente tentativo di coinvolgere l’olfatto nei videogiochi con il Nosulus Rift, utilizzato per South Park: The Fractured But Whole. GameScent rappresenta il primo vero tentativo commerciale di portare l’olfatto nell’esperienza videoludica. Con un prezzo accessibile di circa 165 euro su Amazon, il dispositivo ha già ricevuto recensioni entusiastiche.

Ti consigliamo come approfondimento-Stupro di Palermo, la prima sentenza: condannato l’unico minorenne a 8 anni e 8 mesi di carcere

GameScent odori film videogiochi: nuova percezione

L’effettiva integrazione di GameScent nell’esperienza di gioco a lungo termine rimane incerta. La sua adozione potrebbe essere influenzata dalla percezione dei giocatori. Loro potrebbero considerarlo un semplice optional anziché un elemento indispensabile. Tuttavia, se il dispositivo dovesse ottenere successo, potrebbe ridefinire gli standard del settore. Potrebbero promuovere l’adozione diffusa di tecnologie simili, aprendo la strada a una nuova era nei videogiochi. La sua introduzione potrebbe portare a un’esperienza di gioco più immersiva e coinvolgente. La sua accettazione dipenderà dalla sua capacità di dimostrare il suo valore aggiunto e dalla sua praticità nell’uso quotidiano. Inoltre, potrebbero sorgere preoccupazioni riguardo all’impatto degli odori sulla salute e sul benessere dei giocatori. È necessaria una valutazione attenta dei rischi e dei benefici associati all’uso di questa tecnologia. In definitiva, GameScent rappresenta un’innovazione promettente nel campo dei videogiochi. Solo il tempo dirà se sarà in grado di affermarsi come parte integrante dell’esperienza di gioco.