Bellissima notizia, l’Italia riceverà 4 miliardi di metri cubi di gas dall’Algeria

0
227
Gas Algerina

Gas Algeria, arrivano buone notizie per l’Italia: il bel paese riceverà altri 4 miliardi di metri cubi sulle forniture del gas a partire dalla prossima settimana. A darne l’annuncio è stata l’agenzia di stampa algerina Aps.
Le forniture di gas all’Italia sono state al centro dei colloqui che si tenuti tra il presidente della Repubblica algerino, Abdelmadjid Tebboune, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il Presidente del Consiglio Mario Draghi.

Ti consigliamo come approfondimento – Draghi si dimette: “Questa sera rassegnerò le dimissioni nella mani di Mattarella”

Gas Algeria, buone nuove per l’Italia: in arrivo 4 miliardi di metri cubi

Gas AlgeriaContinua con evidente successo il piano del Governo italiano volto al distacco graduale dalle forniture russe del gas. Una riprova di quanto detto è l’accordo conclusosi qualche ora fa tra l’Italia e l’Algerina. Infatti, come riporta l’agenzia di stampa algerina, Aps, sul proprio sito, dalla prossima settimana l’Italia vedrà consegnarsi altri 4 miliardi di metri cubi di gas. La compagna nazionale Sontrach consegnerà a Eni e ad altri clienti italiani i 4 miliardi supplementari.

Ti consigliamo come approfondimento – Violenza brutale, tassista picchia a calci e pugni una ragazza. Il video diventa virale!

Gas Algeria, il rapporto privilegiato tra le due nazioni

draghi dimissioni, Gas AlgeriaL’accordo raggiunto tra Italia e Algeria viene salutato con favore dall’agenzia Aps che riporta con precisione i dati delle forniture. Dall’inizio dell’anno, infatti, l’Algeria ha fornito all’Italia 13,9 miliardi di metri cubi di metano. Dato, quest’ultimo, che supera del 113% i volumi previsti e, sempre come riporta l’agenzia, il governo algerino conta di consegnare da adesso sino alla fine del 2022 6 miliardi di metri cubi supplementari.
Il paese nordafricano ha relazione privilegiate con l’Italia” scrive Aps. “Questa decisione rafforza ancora i legami storici fra l’italiana Eni e il gruppo petrolifero algerino Sonatrach”.

Questo importante intesa è stata raggiunta solo grazie agli intensi colloqui che in queste settimane si son avuti tra il Presidente algerino, , Abdelmadjid Tebboune, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e il Presidente del Consiglio, Mario Draghi.

Ti consigliamo come approfondimento – Crisi del gas, nuove regole sui condizionatori da maggio: multe salatissime a chi non le rispetta

Il graduale distacco dal gas russo

Alla fine, pare che il governo italiano stia pian piano riuscendo nel suo intento.
Intento che vede il distacco graduale dal gas russo. Si ricorda che prima dello scoppio della guerra in Ucraina, l’Italia importava dalla Russia circa 29 miliardi di metri cubi di gas, ovvero il 40% del fabbisogno. La produzione interna del gas raggiunge a malapena il 5%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × due =