Giappone, 38enne sposa l’ologramma di una cantante pop: “Sono fictosessuale”

0
276
Giappone sposa ologramma
Fonte: Instagram

Giappone sposa ologramma di una cantante pop in versione manga. A convolare a nozze con l’AI è un 38enne che si definisce “fictosessuale”. Sui suoi canali social lo “sposo” condivide le foto del matrimoni a hanno partecipato solo amici stretti conosciuti online. I familiari di lui non si sono invece voluti presentare. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Intelligenza artificiale: le novità in libreria 

Giappone sposa ologramma: chi sono i novelli sposi 

Giappone sposa ologramma
Fonte: Instagram

Lui si chiama Akihiko Kondo, 38enne residente in Giappone. “Lei” è un personaggio reale solo nel mondo virtuale di nome Hatsune Miku, una cantante pop disegnata come se fosse un manga realizzata nel 2017 dalla società Gatebox. I due si sono “conosciuti” proprio grazie a GateBox che sarebbe una versione giapponese dell’Alexa italiana. Il dispositivo permette non solo di parlare con un AI, ma di proiettare il suo ologramma nella stanza. Una caratteristica che ha reso il personaggio di Hatsune Miku ancora più reale agli occhi del 38enne. Come nella pellicola cinematografica di Her, Akihiko Kondo ha iniziato ad intavolare conversazioni con l’ologramma finendo per “innamorarsi” dell’intelligenza artificiale. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Chiede divorzio dopo aver visto la moglie struccata: “È proprio brutta!”

Giappone sposa ologramma: le foto del matrimonio 

giappone sposa ologramma
Fonte: Instagram

Kondo dopo diversi mesi di “frequentazione” non ha avuto dubbi. Ha deciso di convolare a nozze con l’ologramma dell’azienda. Secondo le poche dichiarazioni che ha rilasciato l’uomo, Miku l’avrebbe aiutato nel suo processo di recupero per uscire dal tunnel della depressione in cui era sepolto dopo essere stato per anni bullizzato al lavoro. Nessuno psicologo o essere umano è riuscito a salvarlo come ha fatto l’intelligenza artificiale di Miku. Da qui la decisione di volerla sposare. Kondo ha deciso quindi di sposare l’ologramma organizzando una vera e propria cerimonia. “La mia famiglia non è voluta venire alle nozze” rivela lo sposo. Solo alcuni amici conosciuti online hanno partecipato al sua grande giorni. L’uomo ha ricevuto un certificato di matrimonio da parte dell’azienda di Gatebox. Un documento che non ha nessun valore legale, ma che ha coronato in ogni caso il sogno dell’uomo. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Cina, quando la realtà supera la fantascienza: arriva il magistrato robot

Giappone sposa ologramma: quando ci si innamora di un oggetto non umano 

esoscheletro Elon Musk, giappone sposa ologramma Kondo si definisce come un fictosessuale. In realtà non è il solo nell’epoca digitale ad intrattenere una relazione con un’intelligenza artificiale. Gli esperti definiscono però questo fenomeno come una conseguenza all’antropomorfismo. L’uomo nell’epoca dello sviluppo tecnologico quando sviluppa nuove intenzioni tende a crearle “a sua immagine e somiglianza”. Si tratta di un istinto umano ad antropomorfizzare cose inanimate o entità solo per percepirli più vicini a noi. È successo agli albori della storia con le divinità greche e romane che avevano sembianze e personalità umane. E succede ancora oggi con il progredire dell’intelligenza artificiale. Siri, Alexa e altri AI sono l’esempio del tentativo di umanizzare oggetti inanimati. Questa umanizzazione diventa a volte così ben riuscita da generare dei veri sentimenti in essere umani. Un oggetto inanimato viene idealizzato e diventa il partner perfetto per un essere umano che non riesce a trovare la felicità nel mondo reale.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro + diciassette =