Giffoni, sulla polemica Orsini parla il direttore: “Si è liberi di parlare senza filtri”

0
1348
Giffoni orsini
Fonte: twitter

Giffoni Orsini continua la polemica attorno alla scelta di invitare il professore Alessandro Orsini a parlare con i ragazzi. Nella discussione interviene anche il direttore dell’evento Claudio Gubitosi. In un lungo comunicato racconta cosa sia e come funzioni il Giffoni. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Alieno in metro a Milano tra passeggeri stupiti, il video diventa virale. Svelato il mistero

Giffoni Orsini tra gli ospiti per parlare con i ragazzi: è polemica 

Festival, Giffoni orsini L’annuncio del professor Orsini tra gli ospiti è stata annunciata alcuni giorni fa. La decisione è stata a lungo commentata sui social. In molti hanno criticato le posizioni controverse di Orsini riguardo la guerra e il governo russo. Per gli utenti la decisione del festival è in realtà “finta libertà di opinione per avvelenare le menti”. Altri invece affermano come lo scoppio della polemica sia in realtà una strategia di marketing per far accrescere la popolarità del festival. La discussione sul web verte in particolare sul fatto che il Giffoni sia un evento per giovanissimi e che le idee di Orsini non siano adatte per un pubblico così giovane.

Ti suggeriamo come approfondimento – Gara lancio del gatto, la trovata del comune di Bugliano che fa storcere il naso

Giffoni Orsini, la replica del direttore Claudio Gubitosi 

Giffoni orsini Claudio Gubitosi ha rilasciato un comunicato sui canali social del festival per difendere la decisione presa. “Da anni, l’affetto e l’amore che questi ragazzi nutrono per Giffoni ha fatto maturare, crescere e sviluppare sezioni chiamiamole collaterali, riservate non più ai giurati ma a chi vuole continuare a mantenere viva una relazione con un luogo dove potersi esprimere ed essere ascoltati”. Gubitosi ha spiegato come il festival si sia aggiornato con gli anni. L’area di confronto in cui Orsini è stato chiamato a parlare si chiama Impact! “Riservata a 200 giovani italiani tra i 18 e i 30 anni. Una vera e propria Università di Giffoni dove sono i ragazzi ad insegnare  e ad esprimere in massima libertà opinioni e pareri”. 

Il direttore ha posto l’accento sui ragazzi che sono i veri protagonisti dell’evento. “Come si fa a dire, oggi, che questi giovani vengono influenzati? La quasi totalità degli invitati, in una forma di cooperazione, viene proprio scelta da loro: è questo il bello di un evento che si costruisce con loro e per loro”. 

Ti suggeriamo come approfondimento – Patuanelli: “Se Conte ci chiede dimissioni lo faremo. Non siamo aspiranti Di Maio”!

Giffoni Orsini, la reazione sul web 

Giffoni orsini La risposta del direttore non sembra essere servita ad acquietare la polemica. La discussione si è inevitabilmente spostata sugli eventi in Ucraina. Trattandosi di un evento privato, diversi utenti si sono chiesti cosa ne pensassero gli sponsor di questa decisione. L’intento di molti è quello di “boicottare un’insulsa manifestazione pro crimini di guerra”.