Giovane cristiana lapidata e bruciata viva per una presunta frase blasfema

0
43
Giovane cristiana lapidata
Fonte Ansa

Giovane cristiana lapidata per blasfemia in Nigeria. La ragazza è stata ritenuta colpevole di aver pubblicato su WhatsApp un commento “blasfemo” contro Maometto. La giovane studentessa è stata frustata, lapidata e poi incendiata da alcuni mussulmani.

Ti consigliamo come approfondimento-Napoli, campagna contro le leggi sulla blasfemia con manifesti in strada

Giovane cristiana lapidata per una frase “blasfema”

Whatssapp instagram downUna giovane ragazza nigeriana cristiana, di nome Deborah Samuel, è stata uccisa in Nigeria. L’episodio è avvenuto a Sokoto nella Nigeria del Nord-ovest. Le accuse nei confronti della ragazza riguarderebbe una presunta frase blasfema su una chat di WhatsApp. La presunta blasfemia sarebbe offensiva nei confronti della figura del profeta Maometto. La ragazza è stata, quindi, condannata a morte da alcuni mussulmani secondo come stabilito, secondo loro, dalla legge islamica. L’aggressione è stata raccontata dal portavoce della polizia di Sokoto, Sanusi Abubakar. Quest’ultimo ha detto: “Alcuni studenti mussulmani hanno prelevato con la forza la giovane dalla stanza dove era stata portata in salvo dai funzionari dell’istruzione, uccidendola.” Il presunto messaggio blasfemo sarebbe questo: “Per carità di Dio, non ci accadrà proprio niente. Questo gruppo non è stato creato per essere riempito di informazioni inutili, ma per notizie inerenti ai compiti e agli esami. E chi sarebbe il profeta Maometto.”

Ti consigliamo come approfondimento-Pizzaiolo bestemmia a lavoro: collega 22enne lo accoltella alla gola

Giovane cristiana lapidata: indagini in corso

Napoli incidente camion, campania esplosione commissariato,Tragedia funivia Stresa, Concorso Polizia Municipale Bacoli, Veggente tedesco Madeleine McCann, Napoli bambino caduto, Verona mamma uccide figlie, Catania donna nuda, milano violenze capodanno, incidente brescia,Nel frattempo, due sospetti sono stati arrestati ed è in atto una caccia all’uomo per trovare altri soggetti. Per identificare altri soggetti, le Forze dell’Ordine stanno visionando alcuni filmati apparsi sui social media. In uno di questi video viene mostrata una folla che infierisce sulla ragazza. Infatti, nel video in questione si notano alcune persone che frustano e gettano pietre contro la ragazza. In seguito, dallo stesso video, si notano alcuni pneumatici posti sul corpo della ragazza per appiccare un fuoco. Tali gesti erano tutti accompagnati dalle grida: “Allah Akbar”. Nel video si vede anche un giovane agitare soddisfatto una scatola di fiammiferi ridendo: “Questi sono i fiammiferi con cui le ho dato fuoco”. La polizia, informata dal college, ha cercato di intervenire per fermarli ma non ha potuto fare niente. Il governo ha promesso di arrestare i colpevoli e ha chiuso temporaneamente l’istituto.

Ti consigliamo come approfondimento-Marito chiede il divorzio alla moglie e l’accusa: “Lei non si lava tutti i giorni”

Giovane cristiana lapidata: parla il vescovo di Sokoto

Dal profilo Facebook del vescovo Mathew Hassan Kukah

I leader religiosi nigeriani hanno chiesto giustizia per la ragazza, invitando al contempo la popolazione alla calma. Infatti, in merito alla vicenda è intervenuto il vescovo della Chiesa Cattolica di Sokoto, Mathew Hassan Kukah. Quest’ultimo ha detto: “Sono rimasto scioccato dalla notizia della tragedia avvenuta al college Shehu Shagari, che ha portato al raccapricciante omicidio di Deborah. Noi condanniamo l’incidente con la massima fermezza e chiediamo alle autorità di investigare i fatti e di assicurare che i colpevoli siano assicurati alla giustizia. Dobbiamo assicurare che i colpevoli di questo atto disumano, a prescindere dalle loro motivazioni, vengano puniti secondo quanto prescritto dalla legge. Questo fatto non ha niente a che vedere con la religione. Chiedo a tutti i cristiani di Sokoto di rimanere calmi e di pregare per il riposo eterno dell’anima di Deborah. Possa Dio accoglierla in cielo e consolare la sua famiglia”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 + quattro =