Shock a scuola, bimbo disabile non va in gita: l’autobus è senza pedana

0
617
Gita bimbo disabile

Gita bimbo disabile non partecipa perché la scuola non trova un autobus munito di pedana. L’episodio è avvenuto a Firenze. I genitori sono rimasti sconvolti dalla vicenda e secondo la scuola avrebbero dovuto accompagnare loro il bambino in gita.

Ti consigliamo come approfondimento-Maestra picchiava bambina disabile in classe, arrestata in flagranza di reato. Ma non è un caso isolato

Gita bimbo disabile non partecipa

bullo denunciato tema,Un bimbo disabile non ha potuto partecipare alla gita con i compagni di classe ed è rimasto solo a scuola. Il bambino non è potuto partire poiché la scuola non ha trovato un pulmino attrezzato con la pedana per disabili. L’episodio è stato raccontato dal padre e ha parlato di una vera e propria discriminazione nei confronti del figlio. Il padre del bambino ha detto: “Ho visto la sua classe prendere l’autobus di linea alla fermata. Mio figlio era stato lasciato in classe. Tutti i mezzi di trasporto pubblico hanno la pedana per le carrozzine. inizialmente sarebbe dovuta essere il giorno dello sciopero per poi essere spostata a ieri. Venerdì scorso la maestra ha detto a mia moglie che avremmo dovuto portarlo noi alla struttura. La scuola non aveva trovato il pulmino adibito anche alla carrozzina. Purtroppo, io non ho la patente e mia moglie aveva un appuntamento improrogabile”.

Ti consigliamo come approfondimento-Ventisette ragazzi disabili costretti a scendere dal treno per Milano: i loro posti occupati dai turisti

Gita bimbo disabile: parla il presidente dell’Istituto

ospizio lager siciliaLa gita riguardava un progetto sullo stare bene a tavola e i comportamenti da tenere. Sulla questione il presidente dell’istituto comprensivo, Maurizio Gagliardi. Quest’ultimo spiega: “Per questa uscita, progettata per più classi, era stato prenotato un mezzo pubblico per la giornata di lunedì. Le Autolinee Toscane ci aveva garantito un pullman con pedana. Ma lo sciopero generale della scuola previsto proprio per lunedì ci ha costretti a posticipare la data dell’uscita. A quel punto, Autolinee Toscane ci ha comunicato che non sarebbe riuscita a garantire un mezzo con pedana per disabili. Per questo, venerdì scorso, abbiamo subito contattato la madre dello studente, spiegandole che, nostro malgrado, era sorta questa complicazione. Lei ci ha tranquillizzati dicendo di essere disponibile ad accompagnare il figlio in gita. Ma poi non è stato così. se avessimo capito che non avrebbero potuto portarlo, ci saremmo attrezzati da subito per sistemare la situazione.”

Ti consigliamo come approfondimento-Orrore nel centro disabili, pazienti indifesi presi a calci e pugni: 3 arresti

Gita bimbo disabile: linee guida sul sito dell’azienda di trasporti

Dalla pagina Facebook di Autolinee Toscane

Sul sito dell’azienda di trasporti si legge: “Uno degli obiettivi principali di Autolinee Toscane è di offrire un trasporto pubblico inclusivo ed accessibile. Autolinee Toscane dispone di una flotta autobus con pedana ribassabile per accesso dei disabili con carrozzina. Per garantire una piena e completa informazione, e assistere le persone a mobilità ridotta nella pianificazione dei propri spostamenti, è necessaria la prenotazione. La richiesta di assistenza e prenotazione deve essere effettuata con 72h di anticipo rispetto alla data per cui si richiede il servizio. Entro 48h Autolinee Toscane confermerà l’avvenuta prenotazione del servizio. Il servizio è garantito entro 72h, fatta salva la disponibilità dei veicoli. Nel caso in cui la richiesta di prenotazione del servizio non si svolga nei tempi e nelle modalità indicate, il servizio non potrà essere garantito.” Ma per sfortuna del piccolo Cosimo non tutti i mezzi di trasporto sono muniti di pedana.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − quattordici =