Governo Conte cade. Renzi annuncia le dimissioni delle sue ministre

0
322
Governo conte cade

Governo Conte cade: durante la conferenza stampa conclusa pochi minuti fa Matteo Renzi, leader di Italia Viva, ha annunciato le dimissioni delle ministre Bonetti e Bellanova. La crisi del governo Conte bis è ormai dietro l’angolo.

Ti consigliamo come approfondimento – Insulti in diretta tv a Conte: “Sei un buffone” gridano dalla strada

Governo Conte cade: la crisi è aperta

Crisi Governo Conte Renzi, governo conte cade
Dal Profilo del leader di italia Viva Matteo Renzi

Matteo Renzi ha annunciato che il partito non appoggerà più l’attuale governo Conte. Una svolta già annunciata da molti giorni, quella che è seguita alle dimissioni – annunciate dallo stesso Renzi – di due ministre Iv Teresa Bellanova (Politiche Agricole) e Elena Bonetti (Pari Opportunità), e del sottosegretario Ivan Scalfarotto.Noi viviamo una grande crisi politica, stiamo discutendo dei pericoli legati alla pandemia. Davanti a questa crisi il senso di responsabilità è quello di risolvere i problemi, non nasconderli.”

Noi non giochiamo con le istituzioni, la democrazia non è un reality show dove si fanno le veline“, ha proseguito Renzi, elencando tre punti cardine che rappresentano lo strappo con Conte: metodo, MES e cantieri. “Se le forze politiche dell’attuale maggioranza hanno voglia di affrontare i temi, lo facciano ma senza rinviare ancora. Senza continui giochi di parole, comunicati roboanti.”

Ti consigliamo come approfondimento – Covid Italia Lockdown, Speranza e Ricciardi: “Chiudere tutto per un mese”

Governo Conte cade: quali scenari si aprono ora?

Recovery plan Italia Viva, governo conte cade
Dal profilo Facebook ufficiale di Giuseppe Conte

A chi accusa i renziani di aver fatto un pasticcio mandando all’aria il governo in una fase tanto delicata della storia del paese, risponde l’ormai ex-ministra Bellanova. “Non è assolutamente un grave errore, perché in queste settimane tutti voi avete fatto appelli contro la crisi” afferma. “Noi semplicemente ci siamo assunti con senso delle istituzioni la responsabilità di dare l’opportunità di chiuderla, questa crisi. Non c’è un programma su come governare da qui alla fine della legislatura, il punto è questo. Un governo non si tiene in piedi per decidere se devi chiudere il sabato, o se fare il coprifuoco. Ti devi porre il problema di come programmare la riapertura, di come ripartire.”

Solo ieri il governo Conte aveva approvato il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza). Un voto vitale per stabilire come spendere i soldi europei del Recovery Fund. Già ieri le ministre Iv si sono astenute dal voto. Oltre al Recovery Fund, un nodo importante è rappresentato dal MES. Secondo Renzi, il Movimento 5 Stelle vuole rinunciare “per ideologia”. A suo avviso si tratta di soldi cui non si dovrebbe rinunciare per investirli nella Sanità pubblica. Malgrado gli attuali disaccordi, tuttavia, il partito renziano annuncia il sostegno a iniziative legislative importanti per il paese in questo momento di crisi, come il voto favorevole allo scostamento di bilancio e ai ristori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 + sette =