Campania, più di 50 Green Pass falsi caricati sulla piattaforma Sinfonia

0
382
Green Pass falsi Campania truffa tampone

Green Pass falsi Campania: indagine in corso a Salerno. Alcune persone erano in possesso di Green Pass senza aver mai ricevuto le dosi del vaccino o aver effettuato un tampone. L’Asl di Salerno ha comunicato che si è trattato di una violazione della piattaforma regionale Sinfonia.

Ti consigliamo come approfondimento-Green Pass falsi venduti su Telegram a 250 euro: due canali oscurati

Green Pass falsi Campania: nominativi inseriti illegalmente

tredicesima Green Pass, sciopero scuola, dl green pass obbligatorio
Dall’account Twitter Palazzo Chigi

Nella provincia di Salerno sono stati scoperti una cinquantina di Green Pass falsi. Le persone in possesso di tali Green Pass risultavano regolarmente vaccinati, ma non avevano mai ricevuto alcuna dose. Dalle indagini si è scoperto che i nominativi di queste persone sono stati inseriti tramite un accesso non consentito ai sistemi informatici. Infatti, risulta che si sia verificato un hackeraggio della piattaforma regionale Sinfonia, utilizzata per le vaccinazioni. Le indagini delle Forze dell’Ordine sono ancora in corso. Infatti, stanno collaborando la Polizia Postale, Carabinieri e l’Asl di Salerno per poter scovare tutti i Green Pass falsi. Secondo le prime indiscrezioni tali pazienti sono stati vaccinati in alcuni ambulatori di Scafati, Fisciano e all’Ospedale di Nocera Inferiore. Le indagini sono coordinate dal tenente colonnello Rosario Di Gangi.

Ti consigliamo come approfondimento-Allarme Ue, rubati codici per generare Green Pass: annullati tutti i certificati!

Green Pass falsi Campania: indagini in corso

allievi carabinieri campana, pomigliano d'arco operaio mortoTutte le persone in possesso dei Green Pass falsi sono state segnalate alle Forze dell’Ordine. Sono in corso le indagini per scovare l’hacker. La conferma di questa notizia, che inizialmente era solo un ipotesi è arrivata da Arcangelo Saggese Tozzi, responsabile Covid dell’Asl di Salerno. Saggese Tozzi ha detto: “Al momento non è chiaro se si sia trattato di un hackeraggio o di un sistema fraudolento. Resta il fatto che il responsabile, o i responsabili, avevano ottenuto le password di accesso al sistema. Sono stati in grado di registrare l’avvenuta vaccinazione, senza che questa fosse stata fatta, di alcune persone. Tutte le persone sono state così segnalate alle forze dell’ordine ed i loro green pass sono stati azzerati”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciotto − 18 =