Green Pass obbligatorio da oggi, critiche dai social: “Come le leggi razziali”

0
204
green pass obbligatorio

Green Pass obbligatorio a partire dalla giornata di oggi, venerdì 6 agosto 2021. A prendere questa decisione è stato il governo Draghi. Si tratta di un’altra potente arma contro il Covid-19 e le sue varianti, che stanno spaventando l’Italia. La certificazione verde sarà obbligatoria per accedere a musei, film e teatri, per usufruire di palestre e impianti sportivi e per mangiare nei ristoranti. Ma i NoVax non si mostrano affatto entusiasti di questa novità.

Ti consigliamo come approfondimento – Variante Lambda, i virologi: “Più potente del vaccino”. È già arrivata in Italia

Green Pass obbligatorio dal 6 agosto: ecco a cosa serve

Draghi Forza Italia draghi fiducia senato giornata nazionale vittime covid
Dichiarazione del Prof Mario Draghi al termine del colloqui con il Presidente Sergio Mattarella,al Quirinale.(foto di Francesco Ammendola – Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

La certificazione verde, più nota come Green Pass, garantisce che il possessore della stessa abbia ricevuto il vaccino, sia risultato negativo a un tampone (entro le 48 ore) oppure che abbia contratto il virus e ne sia guarito nell’arco di sei mesi. Per evitare il Covid-19 torni a diffondersi con le sue innumerevoli varianti, il governo italiano ha stabilito che da oggi è obbligatorio averla a portata di mano. A possederla dovranno essere tutti i cittadini italiani a partire dai dodici anni. Essa sarà indispensabile per:

  • Visitare musei e centri culturali;
  • Accedere a palestre, impianti sportivi e centri di benessere;
  • Consumare pasti in ristoranti e caffetterie;
  • Entrare in parchi di divertimento o a tema;
  • Godersi spettacoli al cinema, a teatro o a concerti;
  • Partecipare a fiere, eventi sportivi, congressi e concorsi pubblici.
Ti consigliamo come approfondimento – Sondaggio Ipsos, gli italiani dicono ‘Sì’ al green pass obbligatorio

Green Pass obbligatorio: le novità da settembre

Decreto scuole regioniA controllare i Green Pass saranno gestori o addetti alle strutture interessate alle attività sopraelencate. Da settembre, inoltre, cambieranno alcune carte in tavola. Il prossimo anno scolastico tornerà a essere in presenza. Tutti gli studenti, i docenti, i presidi, i tecnici e il personale dovranno mostrare di possedere il Green Pass. La DAD sarà obbligatoria unicamente in casi eccezionali (contagio del virus). Le lezioni in presenza si svolgeranno seguendo il distanziamento sociale e sarà obbligatorio utilizzare la mascherina. Inoltre, il Green Pass diventerà strettamente necessario anche per usufruire di mezzi pubblici di ogni tipo.

Ti consigliamo come approfondimento – Covid, De Luca: “Più saremo irresponsabili e più questo calvario durerà!”

Green Pass obbligatorio: la rivolta sui social

Ma tanta gente dice no! al Green Pass. L’urlo è particolarmente forte sui social, luogo in cui le persone si sentono maggiormente libere di esprimere le proprie opinioni. Ne seguono solo alcune delle innumerevoli:

  • #NonMiAvreteMai. Sapete quanti soldi ho speso per le mascherine? Zero. Sapete quanti giorni sono stato a casa durante il lockdown? Mai. Figuratevi se mi spaventa il Green Pass Obbligatorio”;
  • “Viene ufficialmente introdotto il Regime di apartheid. […] Il Green Pass obbligatorio è la nuova stella gialla”;
  • “Il Green Pass obbligatorio equivale alle leggi razziali”;
  • “Vogliamo il Green Pass obbligatorio per i sieropositivi AIDS e altre malattie infettive molto più gravi e mortali di un’influenza”.

Tuttavia, questa è solo una piccola fetta di popolazione che si sta esprimendo riguardo la certificazione verde. Tanti altri (la maggioranza) sono favorevoli a questa nuova disposizione del governo Draghi, e guardano verso un futuro in cui il Coronavirus sarà solo un lontano ricordo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dodici + quindici =