Green Pass, Figliulo: “Obiettivo 90% vaccinati e obbligo fino a marzo”!

0
1023
Green Pass obbligo selettivo

Green Pass obbligo selettivo: una delle ipotesi del Governo. A causa del calo drastico delle somministrazioni nelle ultime settimane il Governo pensa a nuove disposizioni. Si ipotizza di prorogare l’utilizzo del green pass fino a marzo 2022. Si valuta anche di introdurre l’obbligo vaccinale per alcune categorie di lavoratori a contatto con il pubblico.

Ti consigliamo come approfondimento-De Luca sul Covid in Campania: “Quasi il 100% dei ricoverati sono No Vax”

Green Pass obbligo selettivo: nuove disposizioni

Italia vaccini Figliuolo,Dopo il calo delle somministrazioni delle prime dosi di vaccino delle ultime settimane, il Governo inizia a pensare a nuove disposizioni. Per il Commissario Figliuolo, l’obiettivo resta sempre la somministrazione del vaccino per il 90% della popolazione. Tale obiettivo, di questo passo, non può essere raggiunto prima di marzo 2022. Pertanto, il Ministero della Salute sta valutando di modificare alcune disposizioni. Le ipotesi al vaglio sono sostanzialmente due: proroga Green Pass e introduzione obbligo vaccinale per i lavoratori in contatti diretto con il pubblico. Con la prima verrebbe, pertanto, prorogato il Green Pass fino a marzo 2022. Con la seconda, invece, tali categorie a rischio, dato il contatto diretto con il pubblico, dovranno obbligatoriamente vaccinarsi. Entrambe le ipotesi permetterebbero di raggiungere in tempi brevi l’obiettivo prefissato dal Governo. Entrambe le ipotesi al vaglio potrebbero portare ulteriori manifestazioni No Green Pass e No Vax.

Ti consigliamo come approfondimento-Vaccini Covid, Pfizer propone: “Diamoli anche ai bambini”. EMA ci pensa

Green Pass obbligo selettivo: scontro al Ministero

Dalle pagine Facebook dei due Sottosegretari al Ministero della Salute, Pierpaolo Sileri e Andrea Costa

Bisogna, inoltre, sottolineare che tali ipotesi al vaglio non sono viste allo stesso modo al Ministero della Salute. Infatti, i due sottosegretari discordano sull’estensione del Green Pass e sulla somministrazione delle terze dosi. Secondo Pier Paolo Sileri sarà necessario utilizzare il Green Pass ancora per qualche tempo. Infatti, il sottosegretario sostiene che si potranno abbandonare le mascherine al chiuso e il distanziamento prima del Certificato Verde. Inoltre, Sileri sostiene che la terza dose dovrà essere somministrata a tutta la popolazione dal gennaio prossimo. Secondo il sottosegretario Andrea Costa, per poter prorogare l’utilizzo del Green Pass sarebbe necessario rinnovare lo stato d’emergenza. Un rinnovo dello stato di emergenza, in scadenza il 31 dicembre, non è impossibile ma neanche molto semplice. Sulla somministrazione delle terze dosi sostiene di concentrarsi solo sulle categorie di lavoratori ritenuti a rischio.