Green sex, il lato “piccante” dell’amore per l’ambiente

0
259
green sex notizie hot sesso pornhub amore coppia, come trascorrere san valentino 2021

Ogni nostra attività può essere fatta in maniera sostenibile. O, in ogni caso, più sostenibile di come già oggi la facciamo. Quindi perché non estendere questo principio anche al sesso? È così che nasce il green sex, la tendenza (che prende sempre più piede) di rendere sempre più “verde” ciò che accade in camera da letto, facendo l’amore non solo con il nostro partner, ma con l’intero pianeta. Ma quali sono gli ultimi sviluppi in tal senso? Andiamo a scoprirli.

Ti consigliamo come approfondimento: Sesso e Serie Tv: ecco le 5 più hot che proprio non puoi perderti

Green sex: arriva il preservativo unisex

notizie hot coppia uomo donna amoreNasce dalla Malesia e lo ha inventato il dr. John Tang Ing Ching per l’azienda Twin Catalyst, che produce dispositivi medici.

Il funzionamento è semplice: Wondaleaf (questo il nome del preservativo unisex che ha anche una sua pagina internet) è una guaina con dei bordi piuttosto larghi e adesivi. A seconda dell’utilizzo può proteggere il pene, coprendolo, o la vagina, se inserito all’interno. Wondaleaf è provvisto anche di un adesivo che gli permette di attaccarsi alle parti intime maschili e femminili per una sicurezza completa. Insomma, la strada per un unico dispositivo di prevenzione per lui e per lei è aperta.

Restano invero alcune criticità:

  • Wondaleaf è un po’ più costoso dei normali preservativi (una scatola da 2 costa poco meno della media di una scatola da sei in Malesia);
  • Non è prelubrificato (e non potrebbe esserlo, visto il suo possibile doppio uso). Il lubrificante però è incluso nella confezione;
  • Per questo il procedimento di inserimento risulta un po’ macchinoso.

Ma l’invenzione è a conti fatti nata da poco. Con la commercializzazione su scala globale, partita a dicembre 2021, non mancheranno nuovi investimenti e aggiornamenti che potrebbero renderlo il preservativo del futuro.

Ti consigliamo come approfondimento: Spiderman fa coming out

Green sex: dai preservativi ai sex toys

notizie hot coppia green pratoLa moda del 2021 si chiama green sex. L’attenzione all’ambiente, da anni al centro del dibattito pubblico, si sposta anche in camera da letto. Lo slogan potrebbe essere: “Fai godere il pianeta mentre godi anche tu”.

Si parte dai preservativi, che diventano sempre più vegan e biodegradabili. Attenzione però che le due cose non vanno sempre di pari passo (anche se spesso sì). Bisogna controllare per quanto possibile anche provenienza e composizione degli altri ingredienti del preservativo. E magari che il processo di produzione sia cruelty free e a impatto zero. Le marche più famose di preservativi vegani e biodegradabili sono Fair Squared, Glyde e Hanx, che hanno certificazioni per tutta la loro filiera di produzione.

Lo stesso vale anche per i sex toys che, complice l’isolamento forzato, hanno conosciuto un vero e proprio boom. A quelli tradizionali in plastica si affiancano sex toys di legno, acciaio, vetro e bioplastica. L’ultima moda? I vibratori che si ricaricano a energia solare. Si sta migliorando anche lo smaltimento: molti dei nuovi “giocattolini” in commercio hanno una destinazione a fine d’uso già prevista. Insomma, il mercato dei green sex toys è sempre più ampio, a voi la scelta!

Ti consigliamo come approfondimento: Scene hot nei film, ecco tutti i retroscena del lato piccante del cinema

Green sex toys: piccola guida all’acquisto utile

Innanzitutto perché un sex toy? Perché non si può conoscere il piacere con l’altro senza conoscere quello con sé stessi, perché ormai la quantità di non detto sull’autoerotismo si sta sempre più assottigliando e perché ormai anche molte donne famose lo hanno sdoganato, da Alessia Marcuzzi, in una diretta Instagram diventata virale, fino a Marina La Rosa.

Poi perché un green sex toy? Perché va direttamente a contatto con la pelle e tendenzialmente più un sex toy è attento all’ambiente e più è attento al nostro fisico!

Infine per chi un green sex toy? Beh, per tutti! Per la donna, per la coppia, ma anche per l’uomo! E la questione è talmente sdoganata che il piacere maschile è arrivato a essere protagonista anche nella famosa sfilata di moda di Pitti Uomo! A fare la comparsa tra le passerelle è infatti Lelo (azienda svedese leader nella realizzazione di prodotti per l’intimità) con la sua rivoluzionaria idea di piacere maschile. Ma vediamo i green sex toys più interessanti, distinguendoli per tipologia e materiale.

Green sex toys in legno: il made in Italy di Silvia Picari

green sex toys
Fonte: www.silviapicari.com/it/

Uno dei materiali più usati per i green sex toys è il legno e tra i prodotti più interessanti e originali ci sono quelli dell’italiana Silvia Picari. La designer si è specializzata nella creazione di “pezzi unici” e lavorati a mano, rendendo i “giocattolini erotici” delle vere e proprie opere d’arte, tanto da essere esposte alla mostra “DIPUNTA / Fresh picks from the city’s design scene” visitabile a Torino fino al 26 marzo.

Green sex toys in bioplastica: completamente biodegradabile

Gaia di Blush Novelties è il primo vibratore biodegradabile e riciclabile al mondo. È è realizzato in Biofeel, una bioplastica a base di amido non porosa, sicura e non tossica per il corpo. Gaia è solo il primo di una serie di vibratori che vogliono conquistare il mercato e rispettare la natura in ogni fase della loro produzione. Tra questi, ad esempio, Premium eco di Womanizer. Psicologi e sessuologi sembrano abbastanza concordi: “Stiamo iniziando a scegliere i nostri giochi per il piacere esattamente come scegliamo i vestiti, facendo attenzione alla loro impronta ambientale”.

Green sex toys per uomo: gli anelli vibranti e non solo

green sex toysE per l’uomo? Ebbene sì, l’oggettistica erotica da uomo è la nuova frontiera dei sex toys. Possiamo dividere questa categoria più o meno in due grossi blocchi: gli anelli vibranti e le guaine per il pene. In entrambi i casi il funzionamento è abbastanza intuitivo:

  • Gli anelli vibranti si mettono al pene esattamente come si metterebbero al dito. L’obiettivo è quello di essere la controparte maschile dei classici vibratori. Ovviamente le dimensioni della circonferenza dell’anello sono regolabili!
  • Le guaine per il pene invece nascono come sostituti e amplificatori della masturbazione.

A differenza delle guaine, gli anelli vibranti per il pene possono essere usati da soli o anche in coppia, per regalare un pizzico di pepe in più all’esperienza sessuale. Molte aziende che già operavano nell’industria del piacere hanno creato linee apposite dedicate all’uomo. Tra queste possiamo ricordare gli anelli vibranti di Durex o di We-Vibe (ramo del leader mondiale nel piacere per adulti WOW Tech).

Tra le guaine, invece, l’ultima a farsi notare, proprio alle sfilate di Pitti Uomo, è stata F1S™ V2 della pluripremiata azienda svedese Lelo. Lelo la definisce come una “console per il piacere” dotata di quattro programmi regolabili, dieci sensori e il doppio della potenza rispetto alla precedente versione.

Ti consigliamo come approfondimento: Ercolano, dipendente sospesa per un video hot 

Green sex toys per uomo: il matrimonio con la tecnologia e gli affari

Come nell’oggettistica del piacere femminile, anche in quella del piacere maschile il rispetto dell’ambiente va di pari passo con la tecnologia. Sia gli anelli vibranti che le guaine per il pene possono infatti essere controllati da specifiche app. Il vantaggio è duplice:

  • Regolare funzioni e intensità senza intervenire sulla parte intima;
  • “Monitorare la prestazione” per controllare il piacere raggiungendo il massimo della soddisfazione.

E il mercato se n’è accorto. La nota rivista Forbes prevede un aumento del giro d’affari intorno ai sex toys fino a 122 miliardi di dollari entro il 2024. Numeri da capogiro, che potrebbero rendere ancora più felice chi crede nella rivoluzione green del piacere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

13 + diciassette =