Guerra tra Hamas e Israele, in arrivo nuova stangata energetica: aumenti per gas e benzina

0
298
Napoli incendia auto zio, decreto benzina proroga,

Guerra Hamas Israele. Il nuovo conflitto, stando alle parole del Ministro Urso, potrebbe causare una nuova crisi energetica nel nostro paese. Oltre la sicurezza dell’Europa, è a rischio anche la fruizione energetica. “Bisogna essere vigili, uniti e coesi in Europa per fronteggiare questa situazione di emergenza che rischia di far esplodere altre problematiche. Mi riferisco a quello dell’energia, come accaduto per la guerra della Russia in Ucraina, per l’approvvigionamento di gas e petrolio”.

Ti consigliamo come approfondimento – Nuovo capitolo secolare della guerra tra Israele e Palestina

Guerra Hamas Israele, Urso: “situazione di emergenza che rischia di far esplodere altre problematiche”

Guerra Hamas IsrealeGuerra Hamas Israele – La situazione attuale tra Israele e Hamas sta generando non poche preoccupazioni nel continente europeo. In Italia, il livello di guardia intorno a tutti i possibili obiettivi è stato innalzato. In questo modo, si potrà garantire la sicurezza ai cittadini di religione ebraica. “È un momento di grande tensione. Non c’è solo la guerra ai confini orientali dell’Europa. Ora sta scoppiando una guerra anche in Medio Oriente. Dobbiamo tutelare tutti i nostri cittadini che possono essere possibili obiettivi”, ha dichiarato il Ministro degli Esteri Tajani. “Non abbiamo notizie negative che riguardino italiani”, ha aggiunto in seguito.

Ma non solo. A destare preoccupazione sono anche le conseguenze che tale conflitto potrebbe riversare nell’ambito energetico e del rifornimento. “Siamo tutti convinti che Israele abbia il diritto di tutelare la propria libertà e bisogna essere vigili sotto ogni aspetto. La guerra incombe e rischia di coinvolgere altri fronti, e incombe attorno a noi in Europa, come ci ricorda la guerra in Ucraina. È possibile che ci siano attentati e aggressioni terroristiche fuori dal territorio di Israele. Bisogna essere vigili, uniti e coesi in Europa per fronteggiare questa situazione di emergenza che rischia di far esplodere altre problematiche, mi riferisco a quello dell’energia come accaduto per la guerra della Russia in Ucraina, per l’approvvigionamento di gas e petrolio. Da quei paesi giungono alter risorse alla nostra Europa. Dobbiamo capire e comprendere anche se dobbiamo pensare all’autonomia strategica del nostro continente per l’approvvigionamento energetico ma non solo”. Così ha dichiarato il Ministro per le Imprese e il Made in Italy, Urso.

Ti consigliamo come approfondimento – Ennesima morte sul lavoro, operaio schiacciato da una ruspa: aveva 68 anni

Guerra Hamas Israele, Urso: “Sciopero dei taxi poco comprensibile”

Guerra Hamas Isreale
Dalla Pagina Facebook del Sindaco di Milano Beppe Sala

Guerra Hamas Isreale – Per paura di un’escalation della guerra in Israele, il prezzo del gas è balzato oltre 40 euro in avvio di contrattazioni. Ad Amsterdam, le quotazioni sono salite dell’8,3% a 41,40 euro al megawattora.

In una situazione del genere, anche le problematiche interne possono essere un ostacolo in più alla risoluzione di un problema. Non a caso, il Ministro delle Imprese e del Made in Italy ha anche espresso il proprio dissenso per lo sciopero dei tassisti indetto per il 10 ottobre. “È uno sciopero poco comprensibile. Invito i tassisti a rivedere la loro posizione e a tornare al confronto e al dialogo”, ha dichiarato Urso.

Rimane assolutamente necessario, quindi, “Risolvere un’emergenza tale che rischia di pregiudicare la possibilità di ospitare eventi turistici straordinari”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 − 3 =