Holiday Blues: ecco cos’è la depressione da feste e come combatterla

0
422
holiday blues Depressione tristezza Natale

Durante le festività si è circondati da un clima gioioso. Tuttavia, non è raro diventare preda di malinconie e malesseri. L’atmosfera di magia che circola durante le vacanze natalizie (e non solo) spesso genera quello che gli americani chiamano Holiday Blues, ovvero la “depressione da feste”. Ad ogni modo, è possibile superare questo periodo, che per alcuni è critico, con alcuni utili suggerimenti.

Ti consigliamo come approfondimento – Il vescovo di Noto: “Babbo Natale non esiste!” Ed è subito polemica

Depressione tristezza Natale: cos’è l’Holiday Blues?

Depressione tristezza NataleLe festività natalizie e di fine anno sono ormai alle porte. Strade, negozi, case e monumenti sono adornati da luci e decorazioni. Risuonano canzoni tradizionali e allegre per le vie di ogni città. Eppure, non tutti reagiscono allo stesso modo in quello che dovrebbe essere un periodo di gioia e spensieratezza.

Alcune persone, infatti, sperimentano in questi giorni sentimenti di tristezza, malinconia, insieme ad ansia, stress e malessere. Tutto ciò porta a una fase depressiva da festa, denominata Holiday Blues. Ad esserne maggiormente colpite sono, in media, persone adulte dai trent’anni in su. Le stesse tendono a riprendersi subito dopo la fine delle feste. Infatti questo status tende ad essere lieve e passeggero.

Ti consigliamo come approfondimento – Natale a rischio aumento contagi. Centro Europeo: “Servono più restrizioni”

Holiday Blues: ecco cosa provoca il disagio

Depressione tristezza NataleDepressione tristezza Natale – Chi maggiormente sperimenta la tristezza durante i giorni di festa, sono coloro che vivono (o hanno vissuto) un lutto o coloro che per una qualche ragione si sentono soli. I single, gli ammalati, chi non ha un affetto o un familiare con cui non condividere una gioia, vivono questo periodo in modo critico.

Le usanze e le tradizioni spesso impongono delle situazioni in cui si soffre, con un conseguente forte stato di malessere. L’idea che si debba necessariamente essere felici genera inadeguatezza, e quindi ansia. Tutte le persone che vivono un disagio, o che hanno in serbo vuoto, solitudine, e strazio, si sentono come soffocate.

Holiday Blues: ecco i sintomi

L’Holiday Blues è particolarmente riconoscibile. I sintomi sono:

  • Stanchezza;
  • Frustrazione;
  • Solitudine;
  • Tristezza;
  • Tensione.

Da tutto ciò ne deriva che, per alcuni, superare le festività diventi una vera e propria lotta alla sopravvivenza.

Depressione tristezza Natale: la festa è un’opportunità per sé stessi

Depressione tristezza NataleHoliday Blues: Esistono alcuni accorgimenti per riuscire a superarlo e per vivere le feste con tranquillità.

Innanzitutto, bisogna capire che la pausa delle festività è un’ottima opportunità per dedicarsi con calma alle proprie passioni. Avendo maggior tempo a disposizione, ci si può soffermare di più nel praticare i propri hobby o nel vivere situazioni appaganti. In poche parole, aumentano le possibilità di concedere maggiore attenzione a sé stessi. Farsi un dono, regalarsi quell’oggetto che si desidera da tanto tempo, risulta essere un importante toccasana. Stesso discorso vale per chi vive in coppia: le feste potrebbero aiutare a viversi nell’amore con più calma e uscendo dalla solita routine.

I giorni di riposo sono anche utili per poter riflettere sui propri successi e sui propri fallimenti. In questo modo si potrà stilare con più concentrazione una lista di obiettivi da raggiungere nel prossimo futuro.

Ti consigliamo come approfondimento – Immacolata Concezione: dall’8 dicembre è già aria di festa

Holiday Blues: consigli utili per superarlo

Depressione tristezza NataleIl primo consiglio è quello di non rimanere del tutto da soli. In questo periodo si possono coltivare relazioni, riallacciare rapporti con persone che non si incontrano da tempo. Svolgere attività piacevoli, scambiare impressioni o gesti d’affetto, o semplicemente conversare, aiuta ad alleviare ansia e tristezza.

Inoltre, donare il proprio tempo agli altri genera un turbinio di emozioni positive. Volontariato, assistenza ad anziani e bisognose e aiutare le famiglie in difficoltà aiuta davvero a sentirsi meglio. Leggere il sorriso sul volto di una persona che sta soffrendo regala un impagabile senso di soddisfazione e benessere.

Infine, non scordiamoci di noi stessi:

  • Concediamoci qualche ora di sonno in più
  • Mangiamo sano (anche se qualche strappo alla regola di tanto in tanto ci può stare)
  • Rispettiamo i nostri limiti: non dobbiamo dire di sì a tutto e non dobbiamo esagerare con cibo e bevande;
  • Diamoci un budget e cerchiamo di non sforarlo.

Ad ogni modo, il primo passo per guarire dal dolore è quello di imparare ad accettarne l’esistenza. Solo così si potrà fare il primo passo per sentirsi vivi e in contatto con il mondo circostante. E si può contattare il numero di telefono dell’unico progetto a livello nazionale contro la depressione: l’800274274, istituito dall’Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna (O.n.da) in collaborazione con Progetto Itaca.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 + due =